6/11 Agosto, Giungano: Festa dell’antica pizza cilentana all’insegna dell’enogastronomia locale

Percorrendo la Cilentana in direzione nord, dopo aver superato Agropoli e deviato verso l’interno, si giunge a Giungano, un borgo cilentano che riesce sempre a riunire tantissime persone grazie alla festa della vera antica pizza cilentana in programma dal 6 all’11 Agosto 2019, un evento ideato dall’Associazione No Profit “Cilentum Pizza” e giunto alla 15° edizione. Tra le novità di quest’anno ci sarà la possibilità di degustare il gelato artigianale ai fichi del Cilento e more e il cannolo cilentano; inoltre l’Associazione Cilentum Pizza insieme allo chef Torsiello dell’Osteria Arbustico ha elaborato un tipico piatto da street food, ossia il ConoPork: una sorta di piadina azima fatta con il grano locale Senator Cappelli, capocollo di maialino, yogurt di bufala, cetriolini ed insalata. L’evento è un’occasione per promuovere l’antica pizza cilentana e tutta la sua filiera, dalla farina di grano duro al cacioricotta di capra stagionato, elementi che distinguono questo prodotto dalla classica pizza napoletana. La festa promuove anche tante altre eccellenze cilentane: fusilli, pizza fritta, acquasale, melanzane imbottite, scauratielli, murzelletti ed altro; tantissimi stand daranno la possibilità di assaggiare i prodotti di varie aziende locali: l’Opificio Santomiele, dell’antico Borgo di Prignano Cilento, il paese dei fichi bianchi, lavorati  dall’azienda in vari modi sfruttando i profumi della nostra terra quali il finocchietto, le noci, le mandorle, ma anche il cioccolato, utilizzando tecniche antiche e garantendo qualità e genuinità di un prodotto privo di conservanti ed additivi chimici; l’azienda di Luigi Maffini, viticoltore di un vigneto di circa 15 ettari nel comune di Giungano che produce quattro vini utilizzando solo qualità Fiano e Aglianico biologico certificato; i due vini più conosciuti e presenti sul mercato e che potrete degustare alla festa della pizza sono il Kratos, Fiano vinificato in acciaio, e il Kleos, un aglianico fermentato in acciaio e affinato in barrique per circa dieci mesi: vini ricchi, concentrati, equilibrati. Vi saranno inoltre stand dell’ azienda Maida, la quale si occupa della trasformazione di ortaggi in tipiche conserve cilentane: carciofini, melanzane e peperoni sott’olio, ma anche confetture e pomodori; in particolare un sugo cilentano prodotto in collaborazione con l’Associazione Cilentum Pizza, un pomodoro cotto creato per la festa della pizza cilentana di Giungano. Infine il Molino Giardullo di Albanella, il quale produce una farina artigianale con macine a pietre e grano proveniente dal Cilento; la Cantina Polito, azienda a conduzione familiare che produce vino da uva autoctone di qualità Fiano e Aglianico; l’ azienda agricola San Salvatore, con vitigni del territorio che producono vini di qualità venduti in tutta Europa e fin negli Stati Uniti. E ancora due stand di Murano Dolcezze di Giungano in commercio con il marchio Cilento Delizie,  che, oltre ai prodotti di stagione, darà la possibilità di assaggiare la pizza ‘roce: un panuozzo realizzato con Cilentum Pizza e farcito con crema gianduia o fondente, arricchite con granella di ceci; presenti infine i famosi ceci di Cicereale, i Ciccimmaretati di Stio e tanti altri stand di promozione dei prodotti locali.

Sei serate all’insegna dell’enogastronomia del Cilento, durante le quali saranno aperti i portoni delle case gentilizie dove si trovano gli antichi forni nei quali le donne del paese prepareranno la pizza nel rispetto delle tradizioni di un tempo, rievocando la vita contadina e le sue squisite prelibatezze con un percorso eno-gastronomico, culturale e conoscitivo del Borgo di Giungano e delle sue tradizioni e peculiarità. Previsto anche un menù gluten free.