Un team tutto al femminile per la gelateria “Golosità fredde”

Maria Rosaria Grimaldi è titolare insieme a Serafina Maccarrone della gelateria artigianale “Golosità fredde”. Una realtà tutta al femminile perché gestita da lei e da Serafina con l’aiuto costante di Lucia e Raffaella. Una gelateria artigianale che punta all’innovazione in una realtà in via di sviluppo quale quella di Baronissi, essendo il loro esercizio in Via Giovanni Falcone, n. 53. Ci ha raccontato il suo progetto imprenditoriale e com’è collaborare “tra donne”.

Com’è nata questa idea?
Da piccola come tutti ero appassionata di gelati, ne mangiavo sempre con mia nonna. Da grande, grazie a mio marito e mio suocero che vendono attrezzatura per la gelateria, sono entrata nel mondo del gelato. In realtà è stato un po’ come tornare a casa, in realtà. Siamo stati, con mio marito e mio suocere e con il mio team anche alla Fiera del Gelato a Rimini: una bellissima esperienza, molto formativa e che ci ha fatto tornare cariche di idee.

Come si è sviluppata l’idea di puntare su una collaborazione ‘al femminile’?
Quasi tutte le gelaterie sono “al maschile” e noi volevamo dimostrare che anche noi donne possiamo riuscire in questo settore. Devo ammettere che la collaborazione tra donne, a volte, è più difficile però avere magari le stesse problematiche quale, ad esempio, riuscire a conciliare famiglia e lavoro c’è d’aiuto. Insomma, volevamo fare qualcosa di nuovo e di diverso.

Quando avete aperto la vostra attività?
Abbiamo aperto il 30 luglio 2014. A questa data è legata un’altra, molto più personale, visto che il giorno dopo mi sono sposata. Il prete è venuto il giorno prima all’inaugurazione di “Golosità fredde” e il giorno dopo al matrimonio. Devo dire che in questi anni di attività abbiamo potuto constatare come le persone sappiano riconoscere la qualità dei prodotti, la loro freschezza e l’artigianalità. Abbiamo avuto un buon riscontro sul territorio ma alcune persone vengono appositamente da noi per determinati prodotti e, nel tempo, sono diventati clienti affezionati.

Questa è la tua prima esperienza nel mondo dell’imprenditoria femminile?  

Sì, assolutamente. La collaborazione tra noi è un aiuto continuo: condividiamo le stesse difficoltà dovendo tutte e quattro gestire e conciliare lavoro e famiglia però, insieme, riusciamo ad organizzarci perfettamente.

Progetti per il futuro?

Stiamo puntando sempre sui prodotti e non solo sui gusti preferiti come pistacchio o nocciola ma anche nuovi gusti o yogurt. Vorremmo diffondere, poi, anche tra i ristoranti locali dei semifreddi in barattolo cui stiamo dando anche dei nomi particolari e accattivanti, ad esempio “nutellosità”. Abbiamo lanciato il “nutella biscuit” settimana scorsa ed è stato super richiesto e lo riproporremo sicuramente. Stiamo cercando, infine, di cambiare un po’ l’immagine dello yogurt ovvero una sorta di gelato soft cercando di servirlo e decorarlo con top diversi e particolari a scelta del cliente: è un prodotto molto richiesto. Crediamo molto alla comunicazione digitale e per questo ci stiamo impegnando anche nella cura dell’aspetto social.