Sele, fronteggiata piena eccezionale. Coldiretti: “Finanziare nuove opere di difesa idrogeologica”

Le infrastrutture dei Consorzi di Bonifica Destra Sele e Paestum hanno fronteggiato, nei giorni scorsi, una piena di carattere eccezionale. Il Sele, ad Albanella, ha toccato la quota idrometrica di 7 metri e 53 centimetri sopra lo zero idrometrico, con portate che hanno superato i 200 metri cubi al secondo. Per i presidenti dei due enti di Bonifica Vito Busillo e Roberto Ciuccio “è necessario mettere in campo ulteriori progettualità per rafforzare ancor più la difesa idrogeologica e cogliere l’occasione del Recovery plan per finanziare le nuove opere di difesa a cura dei Consorzi di bonifica, al fine di poter consolidare i risultati sin qui ottenuti, perché la bonifica dei territori deve essere opera costante dell’uomo”.