Salernitana-Pordenone, le parole di Castori alla vigilia

“Temo il Pordenone. Non ci lasciamo travolgere dalla sconfitta col Monza. L’abbiamo analizzata e messa da parte come si fa anche dopo le vittorie perché affrontiamo un avversario importante e completamente diverso. Siamo carichi a palla ma non sarà facile. Il Pordenone è una squadra tosta, solida, lo dimostrano le appena tre sconfitte. E’ la terza partita in pochi giorni, c’è un alto coefficiente di rischio e difficoltà ma vogliamo vincere e chiudere bene questa striscia. Ci vorrà una prestazione super dal punto di vista mentale, con determinazione, concentrazione, personalità, con grande importanza che avranno i cambi viste la partita su campo pesante”.

Fabrizio Castori vuole ripartire con la sua Salernitana. Il tecnico granata, dopo il ko di Monza, presenta la prima uscita del 2021, in programma domani contro il Pordenone. Non solo il campo, perché nei pensieri di trainer e società, c’è anche il mercato, con Coulibaly pronto a rinforzare la mediana, e altre suggestioni, tra le quali anche quella relativa a Pajac, per stessa ammissione dell’allenatore dell’ippocampo una delle piste più battute.

Mercato

“Bisogna fare molta attenzione, questa finestra sa essere illusorio perché non tutti sono in condizione e poi ci vuole tempo per rimetterli in sesto quando ormai è troppo tardi. Vorrei prendere calciatori che conosco perché vorrei ridurre al minimo la percentuale di errore. Questa squadra non ha bisogno di stravolgimenti, ha fatto un girone d’andata importante. Deve essere ritoccata in alcuni reparti ma non stravolta. Pettinari? A me fa piacere che calciatori che ho allenato hanno il piacere di ritornare ma non è stato ancora affrontato. Vice Djuric? Abbiamo Gondo e Giannetti, anche perché Djuric non è facile trovare, bisognerebbe clonarlo. Gondo ha avuto un infortunio che lo ha rallentato, Tutino e Djuric stanno andando forte e generalmente si cambia quando le cose non vanno. Ho massima fiducia sia in Gondo che Giannetti. Coulibaly ha caratteristiche che non abbiamo in rosa, completerebbe il ventaglio dei centrocampisti. Pajac? E’ un mancino che ci può servire perché abbiamo solo Lopez. Per il momento sono le strade più battute, poi vedremo.