Salernitana, gli ultras granata al fianco del piccolo Mattia

Gli ultras granata scendono in campo al fianco di Mattia. Nuova iniziativa del direttivo Salerno (che comprende i gruppi del tifo organizzato Nuova Guardia, Igus, Prigionieri di una Fede, Frangia Kaotika e Nucleo Storico), dopo la maratona di beneficenza in favore dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, impegnato nella lotta all’emergenza Covid.19. Questa volta, però, la nobile causa è rappresentata dalla battaglia in favore di Mattia, sfortunato bambino di 9 anni anni al quale è stata diagnosticata al Santobono-Pausilipon di Napoli una Leucemia linfoblastica acuta a cellule T. Già in passato, i supporters della Curva Sud Siberiano non hanno fatto mancare il loro sostegno ai bambini più sfortunati, come Armandino, Francesco Pio, Samuele, tra gli altri, nei confronti dei quali sono partite raccolte fondi per le loro cure. 

Ad annunciare la nuova sfida, lo stesso direttivo con un video postato su Facebook, nel quale è ritratto lo stesso padre del piccolo Mattia, che affiancato da diversi esponenti del tifo organizzato granata chiede aiuto alla città di Salerno e alla sua gente, ma anche agli ultras di tutta Italia, sempre sensibili nei confronti di tali tematiche. Ancora una volta è Gofoundme, la piattaforma selezionata per la raccolta delle offerte. Di seguito la nota del direttivo Salerno. 

La malattia è sempre difficile e quando ad essere malato è un bambino la situazione è ancora più grave e difficoltosa, perché tutta la famiglia si “ammala” riversando tutte le attenzioni su di lui e, pertanto è importante creare delle situazioni di normalità e tranquillità e fare in modo che il periodo di ricovero e, più in generale di cura, possa essere affrontato con la consapevolezza di non essere soli.
Mattia è un bambino, un figlio della nostra città, e come tutti i bambini dovrebbe e vorrebbe giocare, pensare al proprio futuro immaginando di coronare i propri sogni così come fanno i bambini scoprendo man mano le gioie e le meraviglie della vita.
Mattia, che non ha ancora 10 anni, però, è risultato affetto da leucemia linfoblastica acuta a cellule T diagnosticata presso l’azienda ospedaliera Santobono- Pausilipon di Napoli e, pertanto, ha iniziato le cure secondo il protocollo nazionale “HIGH RISK” AIEOP-BFM LLA 2017.

MATTIA HA BISOGNO DI NOI!!!!

E NOI come gruppi ULTRAS della Salernitana abbiamo deciso di aiutare Mattia e la Sua meravigliosa famiglia, aderendo con entusiasmo ad una causa sicuramente nobile su ESPRESSA richiesta della famiglia. Mattia ha bisogno del nostro aiuto e di tutti quelli che vorranno aiutare Lui e la Sua famiglia che, con grande forza amore e dignità, sta combattendo ogni giorno per trovare la forza di andare avanti. Mattia è un bambino forte un vero EROE e noi non vogliamo essere da meno e intendiamo partecipare, con grande coinvolgimento emotivo, ad una raccolta fondi a Lui dedicata sulla piattaforma GOFUNDME che vedrà come beneficiario dei fondi raccolti SOLO ED ESCLUSIVAMENTE il papà Antonio che ha dato la disponibilità ad essere nominato beneficiario unico e ci ha espressamente autorizzato ad effettuare tale raccolta. Chiediamo l’aiuto di TUTTI perché solo con l’aiuto di tutti i sogni e le imprese si realizzano.

In nessun modo Noi potremo gestire i fondi raccolti che saranno nella TOTALE disponibilità della famiglia che potranno utilizzare tali fondi per gli usi che riterranno più opportuni e necessari.NESSUNO è autorizzato a chiedere soldi per tale iniziativa e chi volesse contribuire potrà farlo versando esclusivamente sulla citata piattaforma a questo link https://www.gofundme.com/f/gli-ultras-a-fianco-di-mattia

FORZA MATTIA NON MOLLARE MAI. Il nostro augurio e quello di tutti è di rivederti presto sorridere spensieratamente, di portarti con noi in curva a cantare e gioire e quel giorno sarà per noi il giorno PIU’ BELLO ed EMOZIONANTE.