Salernitana-Cosenza, Ventura si gode il successo: “Bel passo avanti”

Una vittoria per continuare a crescere, e sognare. Nella sfida interna col Cosenza la Salernitana era chiamata a confermare l’ottimo avvio di 2020 inaugurato con il successo di Pescara, è così è stato. Una prestazione di alto livello quella dei granata che ha soddisfatto non poco mister Ventura, il quale però vede ben oltre i “semplici” , seppur pesanti, 3 punti: “Non sono felice per la vittoria ma per i miglioramenti che la squadra sta ottenendo. Io dico sempre che il campionato inizia a gennaio ed è presto per guardare i risultati. Oggi c’è stato un bel passo in avanti nel nostro percorso di crescita. Abbiamo chiuso il primo tempo meritatamente in vantaggio creando diverse palle gol. Potevamo anche chiuderla prima per quanto fatto vedere, ma va bene così. Quando si lavora con un gruppo come questo, formato da da ragazzi vogliosi di apprendere e migliorare, la soddisfazione è tanta e va oltre l’aspetto tecnico. Nel calcio bisogna avere prima di tutto ambizione, sia individuale che collettiva. Dobbiamo continuare ad allenarci per far sì che quello che di buono riusciamo a fare in campo lo facciamo però tutti i 90 minuti e non solo 30 o 60”. Dopo i complimenti più che mai meritati rivolti alla squadra, il tecnico granata si è soffermato sui singoli. In particolar modo sul neo arrivato Ramzi Aya, oggi all’esordio, e su Alessio Cerci, sempre più oggetto misterioso di questa stagione: “Per sostituire Karo nella ripresa ho scelto Aya perché nonostante sia arrivato da 10 giorni è pronto dal punto di vista fisico, avendo disputato diverse gare a Pisa. A differenza di Heurtaux. Su Cerci posso dire che si sta allenando in maniera seria, poi c’è da capire come reagire il suo fisico. Sia io che i suoi compagni lo aspettiamo con ansia perché per la serie B è un lusso”. La conclusione dell’ex Ct azzurro.