Salernitana confusa e senza idee, Giaccherini risolleva il Chievo

Fatal Verona, sponda Chievo. È un monday night da incubo per la Salernitana, che vede interrompersi la striscia positiva iniziata nell’anno nuovo, e ritorna sulla terra. Nulla di irreparabile il 2-0 finale del Bentegodi, sia chiaro, occorre ritrovare forze e convinzione già a partire dalla prossima sfida con il Livorno.

Ventura conferma le indicazioni della vigilia, riproponendo il 4-4-2 visto in trasferta a Pescara, ma che a differenza della gara dell’Adriatico non sembra girare alla perfezione. La partita ha pochi sussulti, ed è per questo che ci vuole il classico episodio per sbloccare la gara. È il 26’ quando Djordjevic viene toccato lievemente da Jaroszysnki in area di rigore, accentuando palesemente la caduta, e inducendo l’arbitro a concedere un rigore alquanto dubbio. Dal dischetto Giaccherini non fallisce, spiazzando Micai. La reazione della Salernitana è poca roba, e si riduce in una punizione insidiosa sulla quale Djuric e Gondo arrivano con un pizzico di ritardo. Nella ripresa Ventura, che nel primo tempo aveva perso per ko Cicerelli, deve rinunciare anche a Lombardi, segno premonitore di una serata no. Pochi secondi più tardi, ancora Djordjevic, sfugge via sulla destra e mette al centro una palla d’oro che trova la pronta girata mancina di Giaccherini, che realizza doppietta e chiude di fatto il match. A nulla servono gli ingressi di Curcio (debutto assoluto in granata), e Jallow, quantomeno volenteroso nello spezzone di gara concessogli dal tecnico granata. La Salernitana ritorna sulla terra, Marcolini blinda la panchina e rivede la luce in fondo al tunnel.

TABELLINO

CHIEVOVERONA – SALERNITANA 2-0

CHIEVO (4-3-1-2): Semper; Frey, Leverbe, Cesar, Renzetti; Segre, Obi (15’ st Esposito), Garritano; Giaccherini (40′ st Vaisanen); Meggiorini (11’ st Ceter Valencia), Djordjevic. A disp. Pavoni, Nardi, Ongenda, Karamoko, Vignato, Morsay, Ceter, Rigione, Grubac, Dickmann. All. Marcolini
SALERNITANA (4-2-4): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski, Kiyine; Akpa Akpro, Dziczek; Cicerelli (24’ pt Lombardi, 24’ st Curcio), Gondo (5’ st Jallow), Djuric, Maistro. A disp. Vannucchi, De Matteis, Billong, Capezzi, Di Tacchio, Aya, Giannetti. All. Ventura
Arbitro: Francesco Fourneau di Roma 1 (Scatragli/Perrotti). IV uomo: Davide Moriconi di Roma 2
NOTE. Marcatori: 28’ pt su rig e 25’ st Giaccherini (C); Ammoniti: Segre, Frey, Cesar, Esposito(C), Akpa Akpro, Jaroszynski (S); Angoli: 0-3; Recupero: 2’ pt – 5′ st.