Salernitana-Chievo 1-1, pari e rimpianti

Un pari agrodolce. Nel posticipo della quinta giornata di serie B la Salernitana pareggia la sua sfida casalinga con il Chievo non senza rammarico. I ragazzi di Ventura, infatti, dopo un inizio difficoltoso dominano il match senza trovare il colpo da tre punti. Il primo brivido del match lo creano gli ospiti al minuto 11 con Meggiorini che sfrutta al meglio la sponda di Djordjevic, ed annessa dormita della difesa campana, per colpire a botta sicura. Micai però è bravo a negargli la gioia del gol. Al 20esimo è ancora il Chievo a rendersi protagonista con una bella triangolazione conclusasi con il destro volante, e alto, di Djordjevic. Nella prima mezz’ora sono i clivensi ad avere ben saldo il pallino del gioco, un dominio territoriale dal quale scaturisce la rete del vantaggio. Con ancora l’ex Lazio protagonista, autore del sinistro a giro dal fuori area che non lascia scampo al 12 granata. La Salernitana tenta l’immediata reazione affacciandosi nell’area veronese attraverso calci piazzati. Dagli sviluppi di uno di questi Giannetti con caparbietà riesce a procurarsi un calcio di rigore. Come una settimana fa a Trapani è Kiyine a presentarsi dagli 11 metri spiazzando ancora una volta il suo avversario e regalando ai suoi il pari. Galvanizzati dalla rete dell’1 a 1 i granata vanno all’assalto del secondo gol con una serie di cross insistenti che mettono paura agli uomini di Marcolini. Si conclude così la prima frazione di gioco. Al ritorno in campo è la Salernitana a prendere in mano la situazione mostrandosi più volte pericolosa con le progressioni degli esterni offensivi Kiyine e Cicerelli. Se non è un dominio poco ci manca. La macchia granata nell’area veronese è evidente con i numerosi pizzati che Di Tacchio e compagni si procurano in continuazione. Maistro e Cicerelli ci provano da fuori area con Semper che soffia via la sfera dalla sua porta. Anche Odjer ci prova in un paio di circostanze senza mai però impensierire il numero 1 ospite.  Ad un quarto d’ora dalla fine non si registrano conclusioni da parte dei veronesi che restano anche in 10 causa espulsione di Pina Nunes. Neanche 5 minuti dopo, però, anche Kiyine imbocca anzitempo la via degli spogliatoi. Nel finale è sempre la Salernitana a cercare con insistenza il gol da 3 punti, ma nè Djuric nè Giannetti sembrano essere in giornata. Il risultato non cambia fino al triplice fischio dell’arbitro Volpi pone fine alle ostilità. Con la Salernitana che stremata esce tra gli applausi dell’Arechi con un pizzico di rammarico per una vittoria mancata ma che forse ai punti avrebbe meritato.

SALERNITANA-CHIEVO VERONA 1-1

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Cicerelli, Odjer, Di Tacchio, Maistro (44’ st Firenze), Kiyine; Djuric, Giannetti. A disp. Vannucchi, Lopez, Cerci, Gondo, Kalombo, Morrone, Pinto, Dziczek. All. Ventura

CHIEVO VERONA (4-3-1-2): Semper; Dickmann, Leverbe, Cesar, Frey; Pina, Obi (34’ st Esposito), Segre; Vignato (16’ st Garritano); Djordjevic, Meggiorini (34’ st Bertagnoli). A disp. Caprile, Nardi, Cotali, Pucciarelli, Rigione, Rodriguez, Brivio, Rovaglia, Colley. All. Marcolini

Arbitro: Manuel Volpi di Arezzo (Marchi/Saccenti). IV uomo: Giacomo Camplone di Pescara

Marcatori: 29’ pt Djordjevic (C), 36’ pt Kiyine (S) su rig.

NOTE. Ammoniti: Karo, Cicerelli, Odjer, Jaroszynski (S), Obi, Segre, Leverbe (C); Espulsi Pina (C) al 32’ st e Kiyine (S) al 37’ st per doppia ammonizione; Angoli: 6-2; Recupero: 3’ pt – 5’st; Spettatori: 7513 di cui 5 da Verona.