Salernitana, accordo sul taglio degli stipendi trovato: la squadra rinuncia a 40 giorni di retribuzione

Una notizia che era già nell’aria, e che segue la scia di altri compagini di serie B, quella del taglio degli stipendi per i mesi di stop forzato cui tutto il mondo dello sport è stato suo malgrado costretto. E così, dopo Pordenone, Venezia, Perugia, Frosinone e Ascoli, anche la società granata annuncia con un comunicato l’accordo con i propri tesserati.

“L’U.S Salernitana 1919 comunica che in data odierna presso la Sede Sociale alla presenza del dott. Giuseppe Siniscalchi della CONFASI i calciatori granata hanno sottoscritto in sede protetta gli accordi di rinuncia a 40 giorni di retribuzione. La Società ringrazia per il lodevole gesto tutti i suoi tesserati”.

Nel frattempo, tegola in casa Venezia: la società lagunare, infatti, comunica che al quinto ciclo di tamponi effettuati venerdì 12 giugno da giocatori, staff tecnico e gruppo squadra, è stato rilevato in un calciatore positività al Covid 19. L’intera squadra per tale motivo oggi non ha effettuato la seduta di allenamento in programma e a partire da questa sera andrà in isolamento fiduciario in attesa di ricevere i risultati di un nuovo ciclo di tamponi effettuato in data odierna e di ricevere ulteriori indicazioni operative da parte degli organi competenti.