Rogo nella galleria Santa Lucia, in tre rischiano il processo

Il direttore del cantiere e gli addetti alla sicurezza non avrebbero vigilato sulle misure di sicurezza che avrebbe dovuto adottare l’operaio che la notte del 16 novembre del 2018 rimediò gravi ustioni a causa di un incendio divampato all’interno della galleria Santa Lucia, nel tratto ferroviario che collega Salerno a Nocera Inferiore. A chiedere il rinvio a giudizio è la Procura di Nocera Inferiore.

Dinanzi al gip per l’udienza preliminare, compariranno il direttore del cantiere e due addetti alla sicurezza. Durante i lavori di monitoraggio e controllo delle condizioni dei binari, un incendio causò il ferimento di tre persone, di cui una in particolare, oggi parte offesa, che rimediò ustioni sul 60 per cento del corpo. L’accusa contesta l’omissione di richiedere e imporre all’uomo l’uso di una tuta ignifuga e di ghette proteggi scarpe, nonché di misure di sicurezza specifiche per svolgere l’intervento. Tutti gli indagati rispondono di lesioni colpose aggravate.