Punto Einaudi Nocera, uno storico intreccio tra lettura e cultura

Punto Einaudi Nocera

La storia di cultura e amore per la lettura del Punto Einaudi di Nocera Inferiore nasce trentotto anni fa, nel 1982. Ci siamo recati all’interno del Punto Einaudi per incontrare Claudio Bartiromo, gestore della libreria fin dalla sua apertura, per parlare con lui del duraturo rapporto che i Nocerini hanno avuto negli anni – dall’82 ad oggi – con la cultura locale e, in modo particolare con la lettura. Da sempre l’editore Claudio Bartiromo si occupa della gestione della sede, attualmente unica del salernitano e seconda della Campania, dopo quella di Napoli.

Lo stesso Giulio Einaudi, tenendo a cuore l’operato di ogni singolo Punto Einaudi d’Italia, è stato più volte ospite della sede di Nocera Inferiore, diffondendo così non solo il suo immenso amore per l’editoria ma, grazie alla figura di Claudio Bartiromo, la sua idea di casa editrice.

Punto Einaudi Nocera, le parole di Claudio Bartiromo e le iniziative promosse dalla Sede Nocerina

Meno commerciale e più elitaria rispetto alle altre case editrici italiane, la Giulio Einaudi Editore si è sempre distinta per la sua voglia di trasmettere, attraverso la lettura, un incondizionato amore per la cultura. Più comunemente nota semplicemente come Einaudi, la Casa Editrice nasce a Torino nel 1933 e fa parte, dal 1994, del gruppo Arnoldo Mondadori Editore. Ad essa sono legati nomi importanti per la letteratura italiana, ma anche straniera, come Cesare Pavese, Italo Calvino, Leone Ginzburg o ancora Antonio Gramsci. Uno Struzzo che non ha mai messo la testa sotto la sabbia, un vero e proprio simbolo ma anche una filosofia che Giulio Einaudi ha sempre cercato di trasmettere e portare avanti. Nostalgico e ricco di ammirazione si mostra a noi il ricordo che Claudio Bartiromo custodisce dell’editore, giunto più volte, tra il 1982 al 1999 – anno della sua scomparsa – presso lo storico Punto vendita di Nocera Inferiore per incontrare la cerchia di letterati che si stringeva attorno a quell’oasi di cultura.

Claudio Bartiromo, gestore del Punto Einaudi Nocera dal 1982

Il Punto Einaudi di Nocera Inferiore si distingue infatti, da anni, per il suo complesso e ramificato lavoro di promozione della cultura locale. Sotto il patrocinio della Casa Editrice, Claudio Bartiromo si fa sostenitore di numerosi progetti legati, in modo particolare, al mondo della lettura. Primo fra tutti Amico Libro, un progetto che coinvolge, da circa dieci anni, tutte le classi superiori di scuole e licei dell’Agro Nocerino Sarnese. L’iniziativa, come ci spiega lo stesso Claudio Bartiromo, da sempre avvicina i ragazzi al mondo della lettura, della storia, della filosofia e, mai scontato, della letteratura. I feedback positivi riscontrati all’interno delle strutture scolastiche si riflettono anche all’interno della Sede Einaudi stessa, con giovani studenti che si recano lì non solo per l’acquisto di libri e volumi, ma anche per entrare a far parte di un’ampia realtà culturale che non è solo locale, ma abbraccia ogni parte d’Italia.

Il progetto Amico Libro sfocia poi nella cosiddetta Primavera Einaudi, un’iniziativa che coinvolge numerosi comuni del salernitano e che si svolge ogni anno tra la fine di febbraio e l’inizio di maggio. A breve sarà dunque presentata l’edizione 2020 della nota rassegna di incontri che coinvolge non solo le scuole di ogni ordine e grado, ma anche cittadini comuni uniti da un’unica grande passione.

Otto sono gli appuntamenti che, come di consueto, accompagnano la primavera dei lettori del salernitano, con una serie di presentazioni di opere letterarie a cura di Punto Einaudi Nocera e di Claudio Bartiromo. Le presentazioni e gli incontri con gli autori si snodano tra la sede del Punto Einaudi, in Via Matteotti a Nocera Inferiore e il Salone delle Esposizioni dell’antichissimo Monastero di San Giovanni, a Cava De’ Tirreni.

Grande è l’attesa per l’incontro con l’autrice Alice Cappagli, previsto per il 27 febbraio ma rinviato a causa dell’ordinanza del Comune di Nocera Inferiore di sospendere fino al 29 febbraio, in via precauzionale, tutte le attività di aggregazione sociale a causa dell’attuale emergenza sanitaria. La scrittrice e musicista livornese, autrice del libro Niente caffè per Spinoza, incontrerà i lettori nocerini prossimamente presso la sede del Punto Einaudi di Nocera inferiore, con data da definire.