Ospedale di Agropoli, attiva la nuova unità di Neuropsichiatria

L’ASL di Salerno ha approvato il servizio di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’adolescenza che sarà attivo anche presso l’ospedale di Agropoli. Il progetto provinciale è nato lo scorso luglio con lo scopo di attivare interventi in favore dei minori affetti da autismo con metodo ABA. Il percorso terapeutico prevede due short-list, con competenti esterni, che avrà anche l’obiettivo di ridurre le liste d’attesa.

Il percorso sarà gestito da quattro unità operative di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza che effettueranno la diagnosi, la presa in carica, il coordinamento delle attività sanitarie e assistenziali ed il monitoraggio dei piani individuati.

Il servizio, costato 3,7 milioni di euro, cui si aggiungono 2,2 milioni di servizi sanitari da privato e 1,5 milioni per altre prestazioni per diversamente abili, durerà un anno e sarà rinnovabile in base ai risultati raggiunti.

Le postazioni Uonpia saranno collocate presso i distretti sanitari di  Salerno, Sarno, Cava e Agropoli. A questa ultima fascia afferiranno Vallo della Lucania – Agropoli, Capaccio – Roccadaspide, Sapri e Sala Consilina – Polla con la presenza di una postazione dislocata a Sant Arsenio.

Gli utenti che faranno richiesta saranno suddivisi per fascia d’età e saranno assistiti da specialisti, resi disponibili dalla collaborazione tra Cooperative ed Enti locali.