“Lotito, Salerno non ti vuole!”, monta la protesta nei confronti della proprietà. E col Cosenza…

“Lotito Salerno non ti vuole”. Senza troppi giri di parole. E’ questo il messaggio, chiaro e deciso, nei confronti del co-patron della Salernitana Claudio Lotito, che sarà suo malgrado protagonista della sfida di dopodomani tra i granata e il Cosenza. Dopo l’assemblea pubblica convocata a inizio gennaio dal club Generazione Donato Vestuti, cui hanno aderito numerosi gruppi del tifo organizzato, la protesta continua a prendere forma. Sold out in Curva Sud, questo l’obiettivo della torcida granata, per gridare a gran voce il proprio dissenso nei confronti della multiproprietà, e della mancanza di chiarezza che a detta dei tifosi impedisce di sognare la tanto ambita serie A. Dissenso espresso nei scorsi giorni, serviti per confermare l’iniziativa, ribadita dai tanti manifesti apparsi in città in mattinata, con il messaggio destinato al magno Claudio, su sfondo granata e punto esclamativo a rafforzare il concetto. Sabato, alle 18,00, (2284 i biglietti venduti per la sfida con i calabresi, che saranno seguiti da quasi 400 fedelissimi, ai quali si devono sommare i circa 2600 abbonati), saranno esposti anche striscioni contro la proprietà, così come ci saranno cori di dissenso verso la dirigenza, mentre sarà garantito massimo sostegno a squadra e tecnico, reduci dall’importante blitz di Pescara e a caccia di un successo per continuare la scalata verso la griglia playoff.

Proprio in virtù della sfida ai silani, il tecnico può sorridere per il ritorno dopo la squalifica di tre pedine importanti nello scacchiere tattico granata, come Karo, Kiyine, e capitan Di Tacchio, che tornano nuovamente a disposizione. Dopo il successo dell’Adriatico, Ventura potrebbe abbandonare il 4-4-2 per tornare al 3-5-2, complice anche il reinserimento tra i titolari di almeno due delle tre pedine out contro gli abruzzesi. Una chance dal 1′ potrebbe averla invece Niccolò Giannetti, entrato bene nello spezzone concessogli dall’ex ct della Nazionale, l’ex Cagliari potrebbe far rifiatare Gondo. Nel frattempo dopo l’ufficialità di Aya, la società ha annunciato anche l’ingaggio di Felipe Curcio, con un contratto fino al 30 giugno 2020 con opzione per altre due stagioni. Ai saluti invece Moses Odjer. Il centrocampista ghanese, infatti, è un nuovo calciatore del Trapani.