Lo spirito solidale dei militari di Persano

Non “controllano” solo le persone… Se ne prendono cura. Sono i militari dell’8° Reggimento artiglieria terrestre Pasubio che, solo pochi giorni fa – presso la Caserma Pasquale Capone sita nel Comprensorio Militare di Persano (SA) – hanno donato al Banco Alimentare della Campania più di tre tonnellate di generi alimentari di prima necessità ed a lunga conservazione.

Tutto ha avuto inizio il 30 marzo quando, agli ordini del Colonnello Gianfranco Di Marco, gli uomini e le donne del Pasubio hanno voluto dare il via alla raccolta di beni alimentari, attingendo dalle dispense delle loro abitazioni oppure recandosi in supermercati e negozi di alimentari, per dare il loro contributo – in questo particolare momento di bisogno – alle famiglie che, a causa dell’emergenza COVID – 19 e delle restrizioni imposte dal DPCM del 14 marzo 2020, si sono trovate in situazione di necessità. Contributo che si aggiunge a quello che, ogni giorno, danno ai cittadini per garantire loro ordine e sicurezza (basti pensare che una parte consistente del Reggimento attualmente dispiegata a garantire il supporto alle Forze dell’Ordine nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure” sulla Piazza di Roma).

Ed il Colonnello Di Marco – da cui è partita l’idea – non ha potuto fare a meno di esprimere piena soddisfazione per l’ottimo risultato raggiunto, ricordando che i militari del Reggimento di Persano hanno da sempre realizzato gesti di concreta solidarietà a favore dei più bisognosi anche nei teatri operativi all’estero nei quali hanno operato. “Questa volta si trattava di tendere una mano verso la propria gente – ha affermato Di Marco – il che, ancora una volta, conferma lo spirito di generosità ed altruismo degli uomini e delle donne in uniforme che, ogni giorno, servono il nostro Paese con convinta dedizione e forte senso di appartenenza”. 

Questo gesto di solidarietà ed altruismo non è passato affatto inosservato ed è stato particolarmente apprezzato dal direttore del Banco Alimentare Roberto Tuorto, che ha affermato: “È un grande privilegio ricevere questa donazione da parte del Reggimento Pasubio. È un segno di grande sensibilità per il territorio e di grande stima per il lavoro del Banco. Facciamo il possibile con la consapevolezza che non è mai abbastanza. Ci tengo anche a ringraziare l’Esercito per la grande collaborazione che da anni svolge con noi durante la Colletta Alimentare”.

È questa l’ennesima dimostrazione che – in questo drammatico periodo in cui si parla sempre di distanza – solo uniti possiamo andare avanti.