Lenta, prevedibile e senza idee, Salernitana ko con l’Entella: si salva solo Vannucchi

Lenta, prevedibile, senza idee. E ancora a secco dopo il pari con il Pisa. La Salernitana perde 1-0 a Chiavari contro l’Entella, al termine di una gara negativa, che ridimensiona fortemente le ambizioni dell’ippocampo, incapace di costruire gioco e rendersi pericoloso in fase offensiva. Se alla vigilia sembrava l’occasione per il riscatto, e per testare definitivamente le aspettative della squadra, la sconfitta in terra ligure deve portare a serie riflessioni. Al Comunale si salva praticamente solo Vannucchi, migliore in campo.

Ventura lancia Curcio, prima da titolare per lui, sulla corsia sinistra al posto di Lopez, mandando in panchina Dziczek in favore di Di Tacchio, con Gondo scelto per far coppia con Djuric in avanti. In porta, con Micai, non al meglio, fiducia confermata a Vannucchi, ed è proprio il secondo portiere granata a ergersi a protagonista del match, con una parata mostruosa dopo pochi minuti di gioco. L’Entella parte forte, sfonda a sinistra, da dove arriva un cross a centro area per l’accorrente Settembrini, che da due passi calcia a botta praticamente sicura, ma senza tener conto del riflesso dell’estremo difensore dei campani, che compie una parata che vale come un gol. Sarà forse il manto sintetico, che alla vigilia tanto preoccupava il tecnico Ventura, ma l’avvio è tutto dei padroni di casa, con i granata spesso incapaci di uscire dalla loro metà campo, e con un Di Tacchio costretto alle cattive (cartellino giallo), dopo pochi minuti di gioco. L’unico pericolo arriva da palla inattiva, con la girata di Aya sugli sviluppi di un corner che chiama Borra all’intervento.  

Il secondo tempo parte peggio del primo per la Salernitana, che dopo appena 5’ subisce il gol dell’Entella. Jaroszynski sbaglia un pallone in uscita, lanciando il contropiede dei liguri. Morra conduce il contropiede, sfruttando il taglio dell’ex Rodriguez che apre la difesa, e imbuca per l’accorrente Mazzitelli, che con un tiro rasoterra porta avanti la squadra di Boscaglia. Di Tacchio e compagni accusano il colpo, rischiando di subire il 2-0 addirittura da corner a favore, innescando ancora una volta un contropiede pericolosissimo con lo scatenato Morra, nettamente il migliore in campo, il cui diagonale mancino è fermato ancora una volta dal pronto Vannucchi. Fatica e non poco, la squadra di Ventura, che ad eccezione di un tiro di Maistro dalla distanza, non riesce mai a farsi vedere dalle parti del portiere avversario. Ci vuole allora una girandola di cambi per provare a scuotere un po’ le cose, pur senza clamorosi ribaltoni (da registrare l’esordio dell’attaccante classe 2001 Iannone). La partita scorre via con l’Entella prudente, pronta a chiudersi per provare a ripartire in contropiede, a dispetto di una Salernitana, lenta, prevedibile, senza idee. L’occasione del pari arriva tuttavia a pochi minuti dal triplice fischio, quando all’89’ Djuric, su cross di Lopez, impatta bene il pallone di testa, centrando però la traversa. Finisce così 1-0 per i padroni di casa, la Salernitana stecca la prima trasferta dopo la ripresa del campionato.

IL TABELLINO

VIRTUS ENTELLA – SALERNITANA 1-0

RETE: 5’ st Mazzitelli

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Borra; De Col, Poli, Chiosa, Sala; Mazzitelli, Paolucci, Settembrini; Schenetti (39’ st Toscano); Morra (47’ st Crialese), Rodriguez (32’ st De Luca). A disp. Paroni, Zaccagno, Chajia,, Currarino, Bruno, Adorjan, Andreis, Mancosu. All. Boscaglia

SALERNITANA (3-5-2): Vannucchi; Aya, Billong (40’ st Iannone), Jaroszynski; Kiyine (17’ st Jallow), Akpa Akpro, Di Tacchio, Maistro (17’ st Dziczek), Curcio (32’ st Lopez); Djuric, Gondo. A disp. Micai, Migliorini, Capezzi, Karo, Cicerelli, Galeotafiore. All. Ventura

Arbitro: Camplone di Pescara (Bercigli/Berti). IV uomo: Serra di Torino

NOTE. Ammoniti: Poli, Sala (VE), Di Tacchio, Aya, Gondo (S); Angoli: 5-4; Recupero: 0’ pt – 6’ st. Ammonito Boscaglia (VE) per proteste.