L’appello di Donation Italia: “Continuate a donare il sangue con responsabilità”

Donation Italia, grazie anche all’iniziativa nazionale “Dona con Amore“, sta proponendo in questi giorni numerosi chiarimenti per quanto concerne la donazione del sangue durante l’emergenza Covid-19.

“Il Comitato Scientifico della nostra Associazione,Donation Italia”, ha messo a punto delle infografiche specifiche per i cittadini che vogliono donare nelle città di Salerno. Il nostro consiglio è, oltre di ricordarvi di redigere l’autocertificazione, dove deve essere dichiarato il motivo del vostro spostamento, in questo caso “donazione di sangue o altri emocomponenti”, di rispettare scrupolosamente le misure per prevenire la diffusione di infezioni, nonché del Covid-19. Nelle infografiche sono stati messi a disposizione, i contatti dell’Avis Comunale di Salerno e del Centro Immuno-Trasfusionale.” Queste le parole di Luigi Bisogno, presidente dell’associazione Donation Italia.

Tutte le informazioni fornite tengono in considerazione le ultime indicazioni dell’European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC), gli aggiornamenti forniti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e quanto disposto, a livello nazionale, dal decreto legge del 23 febbraio, n. 6. Sono stati tenuti in considerazione anche i precedenti decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) nonché il DPCM dell’8 marzo 2020, recante ulteriori disposizioni attuative del decreto legge del 23 febbraio 2020, n.6.

Per maggiori informazioni è possibile fare capo all’Avis Comunale di Salerno in via Pio XI, 1 (089 233600 / 338 1668683 / info@avissalerno.it) o al Centro Immuno-Trasfusionale A.U.O. San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona in via San Leonardo, 1 (089 672653 / sit@sangiovannieruggi.it) o contattando direttamente Donation Italia al 333 2631563 o alla mail info@donationitalia.org.

È fondamentale che il cittadino interessato alla donazione del sangue chiami prima di recarsi presso l’Unità di Raccolta preposta, al fine di valutarne l’affluenza giornaliera ed evitare di conseguenza il sovraffollamento delle persone.