L’allarme del Cotugno: “Terza ondata già a Capodanno”

In Campania la curva dei contagi è in leggero rialzo. Un’inversione di tendenza che preoccupa le strutture sanitarie, soprattutto con le festività natalizie alle porte e le strade dello shopping gremite. Il grido d’allarme proviene direttamente dall’Ospedale Cotugno di Napoli. “La terza ondata arriverà già nei giorni a cavallo di Capodanno, quando torneranno le richieste di ricoveri al pronto soccorso e noi dovremo capire come fare per soddisfarle. Siamo molto preoccupati”: a sostenerlo è Elio Manzillo, il primario dell’ottava divisione infettivologica del Cotugno, interpellato dal quotidiano “La Repubblica”. Dal centro infettivologico più importante di tutta la regione si criticano le scelte del Governo, ritenute sbagliate e controproducenti: “Ma scusate, prosegue Manzillo – nel momento in cui si è data la possibilità di uscire e fare shopping, era prevedibile che si verificasse tutto questo. E fa sorridere l’invito a rimanere in pochi la sera della vigilia di Natale e di Capodanno. Chi mai potrebbe controllare in quanti siedono alla stessa tavola? Tutto è lasciato al buon senso delle persone”.