L’addio commosso ad Antonio Liguori

Tra la notte dell’11 e il 12 ottobre, sulla strada tra Vietri e Cava de’ Tirreni, uno schianto in scooter ha spezzato la vita di Antonio Liguori 23enne deceduto dopo 9 giorni dall’incidente.

L’impatto tra la Mercedes e lo scooter è stato fatale per Antonio, che ha perso la vita, e per Andrea l’amico ricoverato ancora in gravi condizioni. Il giovane era stato trasportato d’urgenza in ospedale, Ruggi di Salerno, dove in seguito alle gravi ferite riportate è stato ricoverato in rianimazione.

La notizia del decesso ha raggiunto in poco tempo un gran numero di persone e di utenti infatti sono numerosissime le manifestazioni di affetto e cordoglio sul suo profilo social. Resta sconvolta tutta la comunità salernitana che si stringe al dolore dei famigliari. Rabbia, tristezza, disperazione, angoscia e amarezza sono i sentimenti che accompagnano l’ultimo saluto ad Antonio Liguori, un’ennesima vita spezzata su due ruote in un tempo sbagliato, troppo presto!

Antonio era un grande Tifoso della Salernitana e a molti “piace” pensare che sia partito per la trasferta più lunga. Era legato infatti legato al gruppo Ultras Ums i cui membri dopo aver apposto in ospedale uno striscione con parole di speranza “Antonio e Andrea non mollate”, hanno rinunciato all’idea della trasferta a Venezia, date le pessime condizioni del compagno, scrivendo su Facebook che “la vita vale più di una partita“.