Frosinone-Salernitana, Ventura: “La gara non vale la A, peccato arrivarci incerottati…”

“Non credo sia una partita che vale la Serie A, è una partita importante perché giochiamo contro la squadra più in forma, che non prende gol e che vince da 5 giornate consecutive. Ci arriviamo incerottati, ma questo gruppo dimostrerà compattezza. Metterei la firma per perdere domani e vincerne quattro di fila dopo. Dopo la sosta inizieremo a ragionare, prima può succedere di tutto in positivo o in negativo”. Gian Piero Ventura presenta il big match di domani con il Frosinone, in programma allo Stirpe alle 18,00. Per il tecnico granata servirà una gara di grande voglia e spessore per affrontare una formazione reduce da 5 vittorie consecutive senza subire nemmeno un gol. 

Sull’assenza di Djuric 

“Ho già deciso chi lo sostituirà, mancano le alternative, manca Lombardi, Di Tacchio. Ci sono un po’ di assenze, ma ribadisco che abbiamo voglia di giocarcele queste partite, ma servirà il 90% per fare risultato. Serve una gara come quella di Benevento. E’ un momento di grande euforia, se andiamo a fare la partita, è un altro conto, ma non è determinante. La nota positiva è il suo carattere e la sua disponibilità, mi auguro che con il Venezia ci sia”. 

Sull’imbattibilità del Frosinone 

“Djuric ha fatto gol perché nei primi mesi cercavamo di sfruttare le sue caratteristiche, abbiamo cambiato tante cose dall’inizio della stagione. Senza Djuric qualcosina cambieremo, ma io non credo molto alle parole, teoricamente ci sono poche speranze di fare un gol, ma nulla ci vita di sperare di fare gol e risultato”. 

Come cambierà la Salernitana

“Come abbiamo cambiato all’inizio del campionato, volevamo fare diverse in attesa che Djuric entrasse in condizione, una volta che abbiamo capito che alcune cose erano difficili, abbiamo affrontato dei cambiamenti in campo. Ci sarà da soffrire, ma siamo consapevoli che potremo farli soffrire anche noi”.

Su Nesta

“E’ agli inizi, ma sta facendo un buonissimo con lavoro, così come Inzaghi. Gli auguro di fare la stessa carriera da allenatore di quella che ha fatto da giocatore”.

Su Cicerelli

“Se è convocato credo che un po’ di partita la possa fare, è questa l’unica buona notizia che abbiamo. Ma siamo talmente pochi, che tra oggi e martedì ci sarà una rotazione, chi non gioca domani gioca martedì. Cicerelli ci sarà sia domani che martedì, resta da capire quanto”.

Su Cerci 

“L’abbiamo convocato perché ha lavorato, non è in grado di fare novanta minuti, ma ci auguriamo che se non oggi, domani ci potrà dare una mano, ma il vero obiettivo è quello di tornare protagonista nello spezzone di campionato che conta”.

Come confermato ieri sera, né Di Tacchio né Djuric saranno della gara. In difesa conferme per il trio composto da Aya, Migliorini e Jaroszynski. In mediana Dziczek in cabina di regia, con il rientrante Akpa-Akpro e uno tra Maistro e Capezzi ai suoi lati. Sugli esterni Cicerell è destinato a partire dalla panchina per subentrare a gara in corso, con Kiyine e Lopez sulle corsie laterali. In avanti probabile chance per il duo Gondo-Jallow. Si rivede Cerci, inserito nella lista dei convocati.