Estate al mare, le proposte di Santa Marina e Pollica

L’Italia si prepara ad affrontare la fase 2 dopo l’emergenza epidemiologica. Importanti aggiornamenti arrivano dalle località balneari dove i sindaci stanno programmando nuovi piani per il turismo e l’economia. Il Comune di Santa Marina, in Cilento, ha ultimato il vademecum che verrà inoltrato al Presidente del Consiglio ì, Giuseppe Conte, al Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e all’ANCI.

Il sindaco, Giovanni Fortunato ha predisposto le linee guida per la gestione di aree portuali e spiagge libere.

“Questo piano spiaggia vedrà impegnato in prima linea il Comune, per mezzo degli uffici di vigilanza, al fine di garantire l’attivazione della macchina turistica in assoluta sicurezza e secondo le disposizioni di distanziamento sociale, già previste per il controllo dell’attuale situazione pandemica – ha dichiarato il primo cittadino di Santa Marina – L’intento è quello di garantire sia i diritti economici delle attività di iniziativa privata, che quelli dei cittadini che non possono sostenere i costi legati ai servizi balneari.  Il mio auspicio è che anche gli altri sindaci dei comuni rivieraschi di tutta Italia, applichino questo tipo di piano mirato alla gestione delle spiagge in questo periodo di emergenza sanitaria, per la salvaguardia di tutti i cittadini e delle attività turistico-economiche in previsione della prossima stagione balneare 2020“.

Il primo cittadino di Pollica, Stefano Pisani, ha proposto invece gli “Holiday Bond”, dei voucher da acquistare a prezzi scontati per le vacanze del futuro con scadenza nel dicembre 2022. Un modo per programmare le ferie quando il Covid-19 sarà un lontano ricordo. Anche questa proposta verrà presentata al governatore De Luca ed al Ministro Franceschini.

“Il valore nominale sarà superiore a quello di acquisto ed,oltre allo sconto, i turisti avrebbero anche la possibilità di dedurre dalla propria dichiarazione dei redditi il corrispondente valore nominale dei Bond acquistati. – ha dichiarato il sindaco di Pollica-Acciaroli – Per i turisti stranieri si potrebbe immaginare un meccanismo simile al tax rembursement pari al valore dell’Iva  L’obiettivo degli Holiday Bond è quello di sostenere economicamente il settore turistico, stimolando la domanda prossima e futura, contribuire alla finanza a breve degli operatori senza aumentare il debito pubblico del Paese mediante la vendita di vouchers e attivare il risparmio privato degli italiani per garantire liquidità alle piccole aziende”.