Emergenza Smog a Salerno, Napoli: “Limitare utilizzo termosifoni”

L’amministrazione comunale di Salerno per contrastare l’emergenza smog in città ha deciso di adottare delle contromisure. Il sindaco Vincenzo Napoli sta pensando di emettere una specifica ordinanza per “evitare un uso esagerato dei termosifoni”. La decisione del sindaco si baserebbe su una sequenza di giornate di sforamento dell’indice di concentrazione nell’aria di valori di polveri da smog. Con l’inizio del nuovo anno, infatti, i livelli di inquinamento dell’aria hanno raggiunto i livelli di guardia. Secondo i dati registrati dall’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale, il limite massimo delle polveri sottili nell’aria (Pm10) è stato superato sei volte negli ultimi undici giorni dall’inizio dell’anno. Il Comune, inoltre, sta facendo verifiche insieme all’Arpac sulla funzionalità della centralina di Mercatello che sta rilevando indici di presenza nell’aria di polveri sottili fuori controllo. “Stiamo seguendo i dati che arrivano ora dopo ora – ha dichiarato il sindaco Napoli – immediatamente disporrò il lavaggio delle strade e chiederò ad uffici pubblici, scuole e cittadini di tenere bassa la manopola dei termosifoni”. L’appello, dunque, è di limitare le emissioni dagli impianti di riscaldamento domestici e pubblici. Dovrebbe esserci un inasprimento di quelli che sono i divieti previsti nell’ordinanza n. 17 del 30 ottobre 2019. Con questa ordinanza è stato posto divieto di circolazione per gli autoveicoli diesel pre Euro, Euro 1 (già in vigore), Euro 2 ed Euro 3 e per i veicoli commerciali diesel pre Euro, Euro 1 (già in vigore), Euro 2 ed Euro 3.