Emergenza sanitaria, anche Heurtaux scende in campo nella partita più importante

Due sole presenze con la Salernitana fino alla sosta del campionato, ma in campo nella partita più importante. Anche Thomas Heurtaux, difensore francese con un passato nell’Udinese, darà il suo contributo alla macchina della beneficenza che si è messa in moto negli scorsi giorni in città. Mentre alcuni componenti del tifo organizzato hanno imbastito una raccolta fondi per l’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, e altri hanno attivato una raccolta di generi di prima necessità per le famiglie più in difficoltà nel corso dell’emergenza sanitaria, il difensore francese ha annunciato attraverso il proprio profilo Instagram il suo aiuto, che consisterà nel donare diversi carrelli di spesa a domicilio nel periodo pasquale, per provare nel suo piccolo, a regalare un po’ di buonumore e di speranza in un momento così delicato. “Intendiamo privilegiare anziani e famiglie con bambini, non esitate a contattarci”, il messaggio lanciato insieme al post, e alla data di riferimento dell’iniziativa (dal 6 al 10 aprile), “per aiutare, – si legge sempre nel post -, tante famiglie di Salerno, la città che ci ha accolto”. Un altro calciatore della Salernitana si mette così al servizio della comunità, dopo Alessandro Micai, che nei primi giorni di quarantena ha effettuato tre donazioni a tre ospedali del territorio nazionale, compreso quello di Salerno, e a Walter Lopez, che ha donato quattro maglie da mettere all’asta e cento pacchi di pasta da destinare alle famiglie indigenti messe a dura prova nelle ultime settimane.