De Luca: “Salvini un somaro, il catenaccio è una goduria, Juve imbarazzante”

Consueto appuntamento con il Governatore della Regione Vincenzo De Luca, che non poteva, come anticipato peraltro ieri, non partire dagli attacchi a Matteo Salvini, e dalla vicenda dei festeggiamenti a Napoli per la Coppa Italia.

“Quello che è successo sarebbe successo dovunque, per una vittoria sportiva significativa. Salvini prima organizza una manifestazione a Roma il due giugno, in totale disprezzo delle norme di sicurezza, e poi si permette di aprire bocca, allora questo esponente politico ha la faccia come il suo fondoschiena, tra l’altro usurato. 

E’ giusto il caso di ricordare, a questo somaro geneticamente puro, che l’obbligo di garantire il rispetto delle norme nazionali, riguarda il ministero dell’interno e il prefetto, il presidente della Regione non c’entra niente.  A Milano abbiamo ricevuto dati allarmanti, se avesse vinto l’Inter sarebbe stato un inferno. La Lombardia ha avuto 20 volte i contagi della Campania. 

La Campania è stata la regione più rigorosa nelle chiusure, mentre noi chiudevamo tutto nelle altre parti d’Italia si continuava a ballare e a bere.

Senza strumentalizzazioni, rinnovo i miei complimenti al Napoli, la Juve è apparsa una squadra imbarazzante, non so come farà ad affrontare la Champions, i miei complimenti a Gattuso e i miei complimenti doppi per aver dato una dimostrazione relativa alla bellezza del catenaccio nel calcio. Difesa solida e due tre giovanotti che hanno grande velocità per fare il contropiede. Il catenaccio è la Bocconi del calcio, noi ci prendiamo questi momenti di goduria, a differenza di un esponente politico sovranista a cui è capitato di avere (per una delle tante anomalie della storia), una donna stupenda al suo fianco e passava le serate a mandare i tweet sui broccoletti e il radicchio. In bocca al lupo anche al Benevento, campionato straordinario, Salernitana, Juve Stabia, sperando che possano darci soddisfazioni.

Abbiamo avviato al lavoro oltre 2500 giovani che hanno vinto il concorso. Un cammino tormentato, dopo un anno di formazione saranno avviati al lavoro. 

Ho visto paginoni sulla festa dei tifosi, e non ho sentito una parola sul piano della Regione. E’ in atto una campagna promozionale per valorizzare i beni ambientali del territorio, potrebbero arrivare indicazioni anche al Governo Nazionale, che è impegnato nei famosi stati generali. 

Una delle cose che potremmo fare è un piano per il lavoro, per i giovani del sud, da mandare nella pubblica amministrazione, l’ho proposto tre anni fa. Il Governo prenda esempio, abbiamo dimostrato che si può fare. Far partire subito un piano di lavoro per 300mila giovani, agevolazioni fiscali per chi investe al Sud. Dobbiamo ragionare con rigore per evitare di sprecare miliardi. 

Da lunedì, task forse rimuoverà obbligo mascherina, ma portala con se, indossarla nei locali chiusi e in situazioni pericolosi, resterà obbligatorio indossarla. Non immaginiamo di aver risolto tutti i problemi. La Campania unica regione ha fatto i tamponi ai docenti, per tutela loro e dei ragazzi. Capitolo scuola massacrato, non so come e quando aprirà l’anno scolastico. 

Due eccellenze, pubblica istruzione e alla giustizia, nel governo. Difficile fare meglio, alcuni capi della camorra erano in poltrona, alcuni si prendevano anche il reddito di cittadinanza. 

Partite denunce per alcune trasmissionacce, per falsi, ci auguriamo di poter aver anche consistenti risarcimenti per il danno d’immagine. Infine abbiamo presentato ieri al Governo un piano ospedaliero, 837 posti di terapia intensiva, raddoppiati quasi, che nessun imbecille ci venga a dire che sono vuoti, la programmazione si fa quando non hai malati intubati”.