De Luca: “Presto riapriremo stabilimenti balneari, B&B e palestre”

“Quella che abbiamo alle spalle è una settimana importante, abbiamo fatto un passo in avanti verso la normalità. La Regione Campania ha difeso l’unitarietà dello Stato contro la tendenza di frantumazione dei 20 staterelli. Ci siamo mossi seguendo il modello Campania, composto in tre obiettivi: aprire tutto ma per sempre, tutelare la vita, dare una mano alla povera gente e alle imprese in difficoltà“. Consueto appuntamento con il Presidente della Regione Vincenzo De Luca.

Stiamo ancora aspettando che qualcuno sblocchi i 240 milioni di euro bloccati anni fa. Le intenzioni del Governo non avranno credibilità se non si esce da questa palude, quei soldi sono della Campania. Mi auguro di avere una risposta dal presidente del Consiglio. Approvano decreti con titolo poetico con 3 miliardi e mezzo per la sanità. Chiediamo che sia utilizzata per riparto sanitario visto che siamo regione più penalizzata. 

Regione Campania: 

Piano socio-economico: 

Siamo l’unica regione d’Italia ad avere approvato un piano di un valore di quasi un miliardo per dare un sostegno alle imprese, alle famiglie, ai pensionati, alla povera gente. Prova eccezionale di rapidità, ci sono stati centinaia di migliaia di mandati di pagamento. Concorsone: conclusa prima fase. A inizio giugno chi è stato riammesso farà. Poi i primi 2mila andranno a lavorare. Dopo un anno di formazione ci sarà l’occupazione a tempo pieno. Il 18 abbiamo riaperto quasi tutto, ieri anche i ristoranti. In questa settimana prenderemo altre decisioni su piscine, palestre e b&b, oltre centri termali e lo zoo. Forse il 25, apriremo anche attività di diporto, autorizzeremo anche gli stabilimenti balneari, già da questa settimana. Teniamo bloccata la movida alle 23 di sera. Dobbiamo spiegare ai giovani che tornare alla normalità non vuol dire di tornare a fare quello che si faceva prima. Dobbiamo cogliere l’occasione per avere meno droga, zero pasticche, meno super alcolici che mandavano i nostri giovani in coma etilico. Questi fenomeni hanno assunto dimensioni impressionanti, porcherie che bucano lo stomaco dei ragazzi. Brand Campania Sicura: per sviluppare il turismo, cominciamo con eventi a Ravello la promozione internazionale della regione. E’ chiaro che se vogliamo dare capacità di attrazione dobbiamo essere pienamente sicuri. Sarebbe bello fare anche una campagna “Cafoni Zero”. 

Piano sanitario:

Ieri dieci contagi, quattro ancora di Ariano Irpino, 6mila tamponi, siamo arrivati a 161mila tamponi. Abbiamo deciso di spegnere questo focolaio. Test sierologici a 15mila cittadini di Ariano, li ringrazio, nessuno oltre noi l’ha fatto in Italia. Non ringrazio gli irresponsabili che hanno determinato questo problema gravissimo, iniziato con una festa di Carnevale. Partirà un programma di sostegno alla ricerca sul Covid, per 7 milioni di euro. Guardiamo con fiducia al futuro, ma con comportamenti responsabili. Piccolo sacrificio, mascherina e distanziamento sociale. Dobbiamo arrivare a zero contagi. Dobbiamo azzerare il numero di persone contagiate.