Cosa significa gestire il tempo?

Quante volte in questi giorni avremo detto “Oggi la giornata è trascorsa troppo velocemente, non sono riuscita a terminare tutte le attività prefissate” oppure “Ah, oggi ho terminato tutto” o ancora “Se avessi più tempo ti aiuterei sicuramente“.

Perché a volte ci sembra di non avere abbastanza tempo?

Il tempo infatti è una delle risorse più preziose che abbiamo, tutti gli esseri umani predispongono dello stesso tempo. Ognuno di noi ha una giornata composta da 24 ore, ma non è sempre sufficiente per terminare il lavoro, faccende domestiche, impegni ecc..

Infatti c’è chi, ad esempio, è inondato da impegni e non riesce a gestire il suo tempo durante la giornata; c’è chi rimanda, chi è indeciso oppure chi non riesce ad individuare delle priorità.

Un concetto che mi viene in mente è il Time management, ovvero pianificare e controllare il tempo per aumentare l’efficienza, l’efficacia e la produttività non solo in contesti lavorativi, ma anche a livello personale. Essere in grado di gestire il proprio tempo porterà in noi uno stato di benessere interiore, a differenza dello scarso controllo che può causare in noi lo stress. Molto spesso chi non riesce a gestire il proprio tempo potrebbe essere colui o colei che non riesce gestire la noia, la frustrazione che alcune attività possono dare. I comportamenti sbagliati o le abitudini possono incidere negativamente su una efficiente gestione del tempo.

Ma come possiamo migliorare la gestione del nostro tempo?

  • Definire degli obiettivi che siano semplici, misurabili e raggiungibili. È importante non perderli di vista, soprattutto quando siamo sotto pressione.
  • Fissare delle priorità, ovvero decidere cosa è importante, urgente e cosa fare prima e dopo. Naturalmente non è detto che sia semplice dover decidere, ma potrebbe essere utile focalizzarsi sui benefici positivi che ne derivano.
  • Utilizzare un’agenda vi servirà per scrivere la programmazione, il monitoraggio e il controllo di tutte le attività da svolgere anche a seconda delle vostre priorità. Ad esempio, un’agenda può esservi d’aiuto quando dimenticate un appuntamento importante di lavoro o un appuntamento con il proprio amico. Ci aiuterà a essere più organizzati riducendo lo stress.
  • Programmare i tempi di lavoro in base alla nostra energia e concentrazione, ovvero abbinare lo svolgimento di compiti o attività nelle ore in cui ci sentiamo maggiormente produttivi.
  • Evitare di perdere tempo. Può sembrare una frase scontata, invece è importante non perdere tempo in lavori inutili o svolgendo attività in maniera errata. Gestire il tempo significa mettere in atto delle strategie per migliorare aspetti della propria vita.

In conclusione, gestire il tempo significa mettere in atto delle strategie per migliorare i vari aspetti della propria vita.

“Molto tempo abbiamo, eppure molto ne sprechiamo”. Seneca

Christelle Sammartino – Psicologa

christellesammartino@live.it

https://it.linkedin.com/in/christelle-sammartino-5a1a0313a