Coronavirus, scuole e università aperte a Salerno

Sui social network, le foto dei banchi dei supermercati saccheggiati fanno da padrone. E anche qui, nel salernitano, la situazione non è diversa. Certo, non stiamo vivendo uno stato di emergenza – come rassicurano le istituzioni campane – eppure le persone prendono la palla al balzo per riempire le dispense e svuotare le corsie dei supermercati, ché non si sa mai ci mettano in quarantena.

Mentre il Presidente del Consiglio Conte, dopo l’incontro con i ministri e i presidenti delle Regioni, dichiara che non c’è necessità di chiusura di scuole e università nelle città in cui non si sono verificati casi di contagio da Coronavirus, le istituzioni salernitane non possono che seguire il suo diktat. Come sottolinea il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nelle linee guida della sua ordinanza.

Dunque, scuole e università rimarranno aperte e i concorsi pubblici si svolgeranno regolarmente. Per quanto riguarda il campus salernitano, la Fondazione Universitaria ha disposto una sanificazione straordinaria degli ambienti di studio e di lavoro, aule e uffici verranno costantemente tenuti sotto controllo. Inoltre, è stato previsto l’approvvigionamento di 40 dispenser di gel igienizzante e l’utilizzo, presso i punti di ristoro, di materiale monouso.

E se le istituzioni cercano di allontanare il più possibile la psicosi, i cittadini, però, continuano a vivere una condizione di paura e panico generale. Tanto che si fa la corsa alle provviste. A Nocera Inferiore, ad esempio, dopo la comunicazione dei giorni scorsi della chiusura delle scuole fino al primo marzo e l’annullamento dei festeggiamenti di Carnevale, tra le persone si è creato un clima di ansia, “molti hanno iniziato a pensare a qualche contagio nascosto. Contemporaneamente, hanno assalito i supermercati per fare scorta di beni alimentari”. Lo racconta una dipendente della catena “Sole 365” di Nocera Inferiore. Lo stesso è accaduto nel napoletano.

Intanto, attraverso un comunicato, la Coldiretti rassicura sui rifornimenti di frutta e verdura degli agricoltori ai mercati generali, all’ingrosso e ai negozi.

“Le imprese del territorio – dichiara il direttore, Enzo Tropianoconsentono, con il loro lavoro, il regolare rifornimento di tutti i mercati e le piattaforme di distribuzione operative, garantendo l’approvvigionamento di prodotti quali frutta, verdura, uova e carne ma anche altri alimenti conservabili. I problemi maggiori li registriamo al nord Italia – in particolare Lombardia e Veneto – dove le piattaforme di distribuzione e i mercati all’ingrosso sono chiusi. Per fortuna, le richieste dall’estero per i prodotti di quarta gamma, in questa fase, sono addirittura cresciute. I nostri agricoltori stanno garantendo la massima operatività assicurando rifornimenti continui”.

Coldiretti, inoltre, consiglia ai consumatori di contrastare i sintomi dell’influenza e di prevenire i contagi aumentando le difese immunitarie con frutta e verdura di stagione.

Parallelamente, a Salerno, il ristorante orientale La Nuova Muraglia ha deciso di sospendere temporaneamente la propria attività per “dare un contributo alla comunità e tutelare la salute di tutti” come spiegano gli stessi titolati sui social e con un cartello affisso all’esterno dell’esercizio.