Coronavirus, in Campania stop alle consegne a domicilio dopo le 18

Niente consegne a domicilio dopo le 18.00. Si fermano le attività commerciali e si fermano anche le consegne “porta a porta”. A deciderlo è la Regione Campania attraverso un’ordinanza, la numero 11, firmata dal Governatore Vincenzo De Luca nella giornata di ieri. L’ordinanza si protrarrà fino al 3 aprile – salvo nuove comunicazioni – e riguarderà bar, ristoranti, pub e tutte quelle attività che – per sopravvivere, forse – avevano deciso di virare sulle consegne a domicilio.

Nel decreto si legge “è fatto obbligo agli esercenti di attività di ristorazione, pizzerie e bar, su tutto il territorio della regione Campania, di osservare inderogabilmente l’orario di apertura dalle ore 6.00 alle 18.00, con divieto di effettuare qualsivoglia attività al di fuori del suddetto orario”.

La decisione è stata presa poiché le modalità della consegna a domicilio sono in contrasto con le norme di Governo per prevenire la diffusione del virus. Secondo la Regione Campania, infatti, ci sarebbe comunque contatto tra chi consegna e chi riceve. Chi non dovesse rispettare l’ordinanza sarà punito ai sensi dell’articolo 650 del Codice Penale.