Conte: “Per i Comuni ingenti risorse. 400 milioni per chi è in difficoltà”

Il premier Conte in conferenza stampa presenta il nuovo decreto con cui il governo destina 4,3 miliardi ai Comuni e 400 milioni con il vincolo di utilizzare quest’ultima somma per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa.

“Quello che stiamo vivendo in questi giorni rappresenta una ferita che non potremo mai dimenticare. Permettetemi di rivolgere un commosso pensiero da parte del governo e tutti gli italiani per le vittime e i familiari. Un dato che ci incoraggia è il più alto numero dei guariti, noi ci manteniamo vigili e attenti per adeguare le nostre valutazioni sulla base delle loro raccomandazioni. Lo stato c’è ci sono tanti cittadini in difficoltà, siamo consapevoli che ci sono tante persone che soffrono e ci rendiamo conto che non tutti siamo abituati a stare in casa. Difficoltà materiali per quanto riguarda l’approvvigionamento, da qui con Gualtieri abbiamo lavorato per varare un provvedimento di grande impatto, convogliamo i sindaci che sono le prime antenne per quando riguarda le necessità dei cittadini, abbiamo appena firmato un dpcm che dispone la somma di 4 miliardi e 3 a valere sul fondo di solidarietà comunale. Lo facciamo in anticipo rispetto alla scadenza prevista a maggio, con una ordinanza della protezione civile destiniamo 400 milioni con il vincolo di distribuirli alle persone che non riescono a fare la spesa, nasceranno dei buoni spesa e disponibilità di fornire beni di prima necessità. Dalla settimana prossima i sindaci saranno in condizione di erogare concretamente questi buoni spesa, non vogliamo lasciare nessuno solo soprattutto in un momento in cui le sofferenze sono più acuite. Stiamo tutti vivendo questi sacrifici e deve nascere questa catena di solidarietà, nell’ordinanza della protezione civile rafforzeremo le donazioni. Faccio appello alla grande distribuzione che possa aggiungere un 5% nei confronti di chi ha bisogno. Stiamo lavorando intensamente con la ministra Catalfo l’inps perchè abbiamo varato alcune misure importanti che vogliamo arrivino subito nelle tasche delle famiglie e delle imprese, parliamo di misure di 10 miliardi per una platea di 11 milioni di persone, lavoriamo affinché i tempi della burocrazia vengano azzerati. Vogliamo mettere in condizione tutti a poter beneficiare delle somme di cui hanno diritto nel minor tempo possibile, entro il 15 aprile e se possibile anche prima, vale per la cassa integrazione e per i vari bonus, abbiamo varato indennizzi che vadano a lavoratori stagionali, agricoli dello spettacolo. Stiamo facendo di tutto perché con un semplice pin semplificato scaricabile attraverso il portale dell’Inps, ci sono percorsi burocratici accelerati per godere dei nuovi congedi parentali e moduli molto rapidi per le stesse imprese. La macchina statale richiede procedure molto complesse e noi facciamo tutto il possibile per azzerarli. Gualtieri Con questo provvedimento rendiamo disponibili risorse per i comuni per reperire prodotti di prima necessità attraverso i comuni. Il metodo più rapido per far arrivare un aiuto concreto a chi in difficoltà. Abbiamo aggiunto 400 milioni attraverso un ordinanza della protezione civile che saranno distribuiti per dimensione demografica per erogare aiuti immediati alle persone in difficoltà. Una risposta immediata che diamo e sappiamo per certo che sarà rapida rispetto alle normali tempistiche”.

(Hanno collaborato Alfredo Mercurio e Stefano Ferrara)