Contagiati, in Campania superata quota mille. Preoccupa l’agro nocerino

I dati trasmessi dall’Unità di crisi regionale registrano, ancora alla data odierna, un aumento dei casi di contagio progressivo di giorno in giorno, su tutto il territorio regionale. Dal pomeriggio di oggi:
– presso il centro di riferimento dell’ospedale Cotugno sono stati esaminati 256 tamponi di cui 23 risultati positivi;
– presso il centro di riferimento dell’ospedale Ruggi sono stati analizzati 71 tamponi di cui 9 risultati positivi;
– presso il laboratorio della Federico II sono stati analizzati 14 tamponi di cui nessuno risultato positivo;
– presso il centro di riferimento dell’ospedale San’Anna sono stati esaminati 93 tamponi di cui 8 risultati positivi;
– presso il centro di riferimento dell’ospedale Moscati sono stati verificati 256 tamponi di cui 17 risultati positivi.

Pertanto nelle sedute del pomeriggio sera sono risultati positivi 57 pazienti su 690 tamponi, per un totale complessivo di 1013 positivi. 166 i tamponi positivi in Provincia di Salerno.

In provincia di Salerno la situazione più critica si registra nell’agro nocerino-sarnese. A Pagani arriva la conferma di altri due contagi da Covid-19, per un totale di 11 casi di positività all’interno del territorio comunale. Un aumento dei contagi definito fisiologico dal primo cittadino Salvatore Bottone, che tenta di rassicurare la cittadinanza: “Tutte le persone che sono state individuate sono obbligate all’isolamento per quattordici giorni come da protocolli.
Vi assicuro che vengono ricostruiti, in maniera minuziosa e scrupolosa, i contatti dei positivi nelle ultime settimane ed, avvertiti puntualmente, sono anch’essi obbligati ad un periodo di quarantena. Posso dirvi che il comando di Polizia municipale del comune di Pagani e l’ASL di competenza stanno attuando tutte le procedure per garantire la sicurezza della salute pubblica in maniera decisamente efficiente, coadiuvati dalla protezione civile e dalle sue associazioni, oltre che dalle forze dell’ordine, alle quali ho chiesto ulteriormente di essere fermi nel denunciare tutte le violazioni”.

Intanto dall’analisi del quadro generale è emerso un altro focolaio nella zona dell’agro nocerino nei territori dei Comuni di S. Egidio Montalbino e Angri. La Regione Campania invita tutti i cittadini ad essere rigorosi nell’osservazione delle ordinanze per evitare la quarantena e il blocco totale degli stessi Comuni.

E’ deceduta oggi all’Ospedale “Moscati” di Avellino la signora residente a Nocera ed originaria di Sarno, risultata giorni fa positiva al test per coronavirus.

Ancora due cittadini di Baronissi, i coniugi Mario Enrico Granato e Anna Addati residenti in via Falcone, sono risultati positivi al Coronavirus. I due cittadini, anziani, sono rimasti negli ultimi giorni in casa. Non hanno parenti a Baronissi: un solo figlio residente a Salerno, già in quarantena. Da ieri i coniugi Granato sono ricoverati all’Ospedale Fucito di Mercato San Severino e non sono in condizioni di gravità. In queste ore l’Asl sta provvedendo alla ricostruzione la catena di contatti, fortunatamente ridotti, che i coniugi hanno avuto nelle ultime due settimane.

Altri due tamponi positivi a Sala Consilina, uno ad Auletta, Montesano sulla Marcellana, Sessa Cilento e Salerno. A Scafati sale a dieci il numero dei contagiati.

Sono in tutto 6 i contagi accertati quest’oggi ad Agropoli, per un bilancio complessivo di 11 persone affette da Covid-19 nel centro cilentano.

Intanto l’Azienda ospedaliero-universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno avvia un reclutamento straordinario di personale per contrastare l’emergenza Covid-19. Tre gli avvisi per altrettante figure professionali: Oss, medici in pensione, medici (tra cui pneumologi, infettivologi e medici d’urgenza). Ecco l’avviso pubblico.