Contagi in aumento nel salernitano. Prima vittima nel capoluogo

L’Unità di Crisi della Regione Campania comunica che nella giornata odierna sono stati esaminati:

– preso il centro di riferimento dell’ospedale Cotugno di Napoli 369 tamponi di cui 35 risultati positivi;
– presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno 102 tamponi di cui 52 risultati positivi;
– presso l’ospedale Moscati di Avellino 78 tamponi di cui 7 risultati positivi;
– presso il centro di riferimento dell’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno 253 tamponi di cui 25 risultati positivi;
– presso il laboratorio della Federico II 65 tamponi di cui 13 risultati positivi;
– presso il centro di riferimento dell’ospedale Moscati di Aversa 87 tamponi di cui 1 risultato positivo;
– presso il centro di riferimento l’ospedale Sant’Anna di Caserta 65 tamponi di cui 2 risultati positivi;
– presso il centro di riferimento dell’ospedale San Paolo di Napoli 42 tamponi di cui 10 risultati positivi.

Pertanto nella giornata di oggi sono stati esaminati 1061 tamponi, di cui 145 positivi. Ammonta a 1454 il numero dei positivi in Campania.

Primo decesso per Coronavirus a Salerno città. Si tratta di un anziano, che risiedeva nel quartiere Torrione ed era già afflitto da un brutto male. L’uomo è deceduto al San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona, dove era ricoverato da diversi giorni. Nel Salernitano si contano purtroppo altre due vittime, un 53enne originario di Agropoli, ricoverato all’ospedale di Vallo della Lucania, e un 72enne di Montesano sulla Marcellana da alcuni giorni ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Scafati.

Non è rimasto inascoltato, nel frattempo, l’appello del Presidente della Campania Vincenzo de Luca al Governo. Consegnate, infatti, dalla Protezione Civile, nella giornata di oggi, 33mila mascherine FFP2 e circa 3mila mascherine FFP3.

“Non è un grande quantitativo, ma ci auguriamo che sia l’inizio di un programma più ampio di consegne alla Campania del materiale sanitario necessario. Di queste forniture, com’è noto, è responsabile esclusivamente la Protezione Civile” ha dichiarato De Luca, “controlleremo ora per ora che questo programma di consegne vada avanti in maniera programmata. Per il resto, sta andando a regime il piano di potenziamento sugli esiti dei tamponi. Com’è noto abbiamo avuto nel giro di una settimana, oltre all’unico laboratorio del Cotugno, altri 9 laboratori in tutta la regione. Entro questo fine settimana, ci sarà la possibilità di avere i risultati entro le 24 ore, senza più arretrati”.

Il Governatore ha anche annunciato anche ulteriori novità per fronteggiare l’emergenza sanitaria, come un milione di kit rapidi per le verifiche del caso, e i lavori per 120 posti letto per combattere il Covid-19.

“È confermato l’arrivo per lunedì di un primo blocco del milione di kit rapidi che la Regione Campania ha ordinato direttamente a fornitori cinesi. Questo darà un altro importante aiuto per le verifiche rapide su casi di pazienti positivi.
Stiamo procedendo per quanto riguarda le visiere trasparenti, nella verifica di un prototipo per farlo produrre direttamente ad aziende campane.
Proseguono i lavori appaltati dalla Regione per realizzare altre strutture ospedaliere nuove per 120 posti letto Covid. Saranno pronte in due settimane. Sarà un’altra eccellenza campana”.

Il Coronavirus arriva anche a Pellezzano. Ad annunciarlo è il Sindaco, Francesco Morra, attraverso un video-messaggio tramite la pagina ufficiale del Comune. I casi sono due: uno a Cologna, in via Mazzini, Marco Rago, e uno a Capezzano, in via Gigante, Salvatore Caiazzo.

I due cittadini di Pellezzano hanno dato il proprio permesso a divulgare i nomi per rendere più semplice la ricostruzione della filiera di contatti da parte delle autorità. Le loro condizioni non sono preoccupanti e, attualmente, sono nelle proprie abitazioni, in isolamento. Anche le loro famiglie sono state immediatamente poste in quarantena, già dai primi sintomi.

Altri due tamponi dei nove analizzati su pazienti residenti a Vietri sul Mare sono risultati positivi. Il totale sale a otto. La situazione resta comunque invariata poiché tutti già erano in quarantena.

Si aggrava il bilancio nell’agro nocerino. Un caso positivo a Nocera Superiore. Si tratta di un operatore sanitario, come i tanti che in questo momento stanno facendo il loro dovere. Non ha sintomi, al momento, e si sta provvedendo a ricostruire la sua ultima settimana. Attualmente è in quarantena obbligatoria presso il proprio domicilio. A Sant’Egidio del Monte Albino si registrano altri 4 casi di positività, per un totale di 13 contagiati all’interno del territorio comunale. Si tratta di persone tutte appartenenti ai nucei familiari al cui interno erano già presenti altri casi positivi. Contagi in crescita anche a Scafati (2 oggi, 18 in totale) e a Nocera Inferiore (2 casi riscontrati quest’oggi). Tre nuovi casi positivi al Covid -19 a San Marzano sul Sarno, la notizia è stata data mediante un video dal Sindaco Cosimo Annunziata che continua a ribadire la necessità di contenere il contagio, restando a casa e rispettare tutti gli obblighi imposti . Con oggi sono 7 i positivi a San Marzano.

E’ risultato positivo al tampone del Covid-19 un Medico del Pronto Soccorso dell’Ospedale Umberto I di Nocera. La persona è residente a Fisciano ma domiciliata da anni a Salerno e pertanto non ha avuto nessun contatto sul territorio. 

Un caso di positività si registra anche ad Eboli: l’Asl ha subito attivato il rigido protocollo previsto per legge e ogni misura preventiva è stata messa in atto. Salgono a 6 gli ebolitani positivi al Covid-19 e attualmente in regime di isolamento obbligatorio.

Nel Vallo di Diano è risultato positivo un cittadino di Pertosa ma residente a Polla.