Consiglio FIGC: a termine i campionati di serie A, B, e C

Portare a conclusione sul campo tutti i tornei di serie A, serie B, e serie C. Questo l’intento del presidente della Figc Gabriele Gravina, che al termine del consiglio federale tenutosi in giornata ha fermamente espresso la volontà di riprendere i primi tre campionati nazionali. Dopo la sospensione di tutte le attività ufficiali fino al 14 giugno, la data per la ripresa è stata individuata nel weekend del 20-21 giugno, fissando invece al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni, nonostante la stagione si dichiarerà ufficialmente terminata il 31 agosto. Insomma sarebbero due i mesi a disposizione per portare a conclusione i tre campionati, cercando di non introdurre modifiche ai format dei tornei e “usando” la carta dei playoff solo in caso di ricordo al piano B. Resta ora da capire la risposta del Governo, che come annunciato dal ministro dello sport Spadafora, arriverà il 28 maggio. Stop definitivo invece a tutti i campionati dilettantistici, dalla serie D a scendere, la prossima stagione avrà inizio il primo settembre.

Nel comunicato diramato agli organi di stampa, si legge che “la FIGC ha espresso la volontà di riavviare e completare le competizioni nazionali professionistiche fissando al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni di Serie A, B e C. Precedentemente al riavvio dell’attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati: individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tangano conto della organizzazione in gironi elo del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni. Infine, per effetto di quanto deliberato, la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre. Per quanto concerne, invece, l’attività dilettantistica, ivi compresa quella femminile fino alla Serie B, valutate le condizioni generali e l’eccezionale situazione determinatasi a causa dell’emergenza Covid-19, il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni”.