Cava, al Marte (quasi) tre mesi di Sostenibilidee

Ha preso il via domenica 12 gennaio la rassegna culturale Sostenibilidee che animerà il Marte di cava de’ Tirreni fino all’8 marzo. Mostre, laboratori, matinè e incontri organizzati e voluti da Marte Live It con INDIRE e Marevivo Onlus, con il patrocinio della Provincia di Salerno e il Comune di Cava de’ Tirreni.

Il primo evento visitabile è una mostra, visitabile fino alla fine della rassegna, che prende spunto dall’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile 2030, un programma articolato in 17 obiettivi e sottoscritto da 193 paesi dell’ONU. Tali obiettivi sono riassumibili nelle “Cinque P”: persone, prosperità, pace, pianeta e partnership. Ognuna di queste parole, rappresenta un valore che il programma dell’ONU vuole preservare.

L’esposizione è pensata per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado perché mescola un approccio più semplice e giocoso ad uno più articolato e complesso. Si articola in un confronto tra immagini del passato – provenienti dall’Archivio storico di Indire – e immagini contemporanee prodotte dai docenti. L’obiettivo è quello di interpretare i cinque punti riassuntivi del programma nell’ottica dello sviluppo sostenibile, verso il 2030. Quello che è stato realizzato è una vera e propria native image making, un approccio di origine socio-antropologica che utilizza le immagini prima di tutto come stimolo creativo e poi come fisica produzione di contenuti.

Parallelamente alla mostra, la rassegna prevede visite guidate teatralizzate, workshop a tema, incontri con esponenti della cultura, dell’Università e della società civile, matinée per le scuole a cura dell’Associazione Musikè di Salerno. Il tutto girerà attorno ai temi trattati dalle foto in mostra.