Campania, quasi duemila positivi. Aumento contenuto nel salernitano

L’Unità di crisi della Regione Campania comunica che sono pervenuti i seguenti dati:

– Ospedale Cotugno di Napoli: sono stati esaminati 357 tamponi di cui 76 positivi;
– Ospedale Ruggi di Salerno: sono stati esaminati 194 tamponi di cui 20 positivi;
– Ospedale Sant’Anna di Caserta: sono stati esaminati 88 tamponi di cui 3 positivi;
– Ospedale Moscati di Aversa: sono stati esaminati 132 tamponi di cui 8 positivi;
– Ospedale Moscati di Avellino: sono stati esaminati 113 tamponi di cui 12 positivi;
– Azienda Universitaria Federico II: sono stati esaminati 56 tamponi di cui 1 positivo;
– Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: sono stati esaminati 106 tamponi di cui 59 positivi;
– Ospedale di Nola: sono stati esaminati 186 tamponi di cui 14 positivi.

Il totale complessivo dei positivi Campania raggiunge quota 1945.

Si aggrava il bilancio delle vittime nel salernitano. Nella sola giornata di oggi si contano altri tre decessi causati dal Covid-19. In nottata è venuto a mancare un cittadino di Sarno che stava combattendo la sua dura battaglia contro il virus. Michele Annunziata, 39 anni, era ricoverato dallo scorso 17 marzo all’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno. Le sue condizioni erano preoccupanti e negli ultimi giorni la situazione clinica è precipitata. Anche Agropoli sconta il lutto per la scomparsa di un uomo che da circa due settimane era ricoverato all’ospedale “Cotugno” di Napoli. La terza vittima a Pagani dove è deceduta un’anziana di 79 anni.

Sono diciannove, tra cui l’anziano deceduto qualche giorno fa, i casi di tampone positivo al Covid-19 a Cava de’ Tirreni. Come era prevedibile, con l’arrivo degli esiti dei tamponi richiesti dal dipartimento di prevenzione dell’ASL, si è registrato qualche caso in più. Come da protocollo, si stanno facendo le attività rivolte ad individuare la catena dei contatti diretti avuti da ognuno. 

Nessun contagiato al centro dialisi dell’ospedale “San Francesco” di Oliveto Citra. I tamponi erano stati eseguiti in seguito al decesso di un pensionato di Buccino, che frequentava il centro, scoperto positivo al coronavirus post mortem. I controlli hanno riguardato 34 persone.

Negativi i test anche al San Luca di Vallo della Lucania dopo il contagio dell’infermiera che aveva fatto temere conseguenze più gravi.

Saranno 32 i pazienti della casa di cura di Sala Consilina che saranno trasferiti al Campolongo Hospital. La conferma dei 32 pazienti positivi, arriva dalla direzione generale. Un numero notevole rispetto ai 15 paventati nelle scorse ore. Il trasferimento dovrebbe concludersi entro martedi.

Il Presidente Vincenzo De Luca ha chiesto ai direttori generali di tutte le Asl, di disporre con la massima urgenza ulteriori e accurati controlli presso le RSA (Residenze sanitarie assistenziali) sull’intero territorio regionale, assicurando ogni supporto utile a prevenire contagi sia tra gli operatori che tra gli ospiti delle strutture.