Calciomercato Salernitana: Curcio a un passo, Andrè Anderson verso il ritorno in granata

A caccia dei primi colpi di mercato. La finestra di riparazione si è aperta da appena due giorni, ma la Salernitana si è già attivata per provare a puntellare la propria rosa, d’altronde se l’ambizione è quella di raggiungere almeno i playoff, qualche nuovo innesto sembra indispensabile per permettere al tecnico Gian Piero Ventura di poter contare su un roster più “solido” nei momenti decisivi del campionato. Il nome caldo è Felipe Curcio, esterno sinistro di origine brasiliana in uscita dal Brescia, con il quale ha disputato una sola presenza (appena 5′ in campo) in serie A, 15 invece i gettoni collezionati nel campionato cadetto vinto lo scorso anno dalla formazione allenata da Eugenio Corini. Il 26enne, che ha da poco risolto consensualmente il proprio contratto con le rondinelle, andrebbe a completare la fascia sinistra, zona di campo dove si cercherebbe di piazzare altrove Walter Lopez, in uscita per via delle tante alternative in quel ruolo, su tutti Kiyine e Cicerelli. In difesa piace sempre Kastriot Dermaku, difensore centrale albanese di proprietà del Parma, con il quale ha collezionato 5 presenze sino ad ora in massima serie. Più difficile, per il momento, trovare un nome buono per l’attacco. L’oggetto del desiderio si chiama Gennaro Tutino, attaccante del Verona in prestito dal Napoli, che però ha una lunga lista di corteggiatrici in serie cadetta, e l’intenzione dell’ex Cosenza è quella di provare a non scendere di categoria, o quantomeno farlo solo per approdare in una squadra fortemente candidata alla promozione in A. Più semplice arrivare invece ad André Anderson, ritornato alla casa madre Lazio dopo l’anno passato in granata. Il talentuoso trequartista brasiliano non ha trovato praticamente mai spazio alla corte di Simone Inzaghi, e potrebbe tornare all’ombra dell’Arechi, dove c’è invece Ventura che ha più volte lodato il fantasista carioca. Dalla Lazio occhi puntati anche su Bobby Adekanye, punta classe ’99, mentre resta tutto da capire il futuro di Alessio Cerci. L’attaccante scuola Roma aspetta di sapere l’esito dell’incontro tra il patron Claudio Lotito e l’avvocato di fiducia Gentile, in merito alla pubblicazione di una storia con tanto di referto medico su Instagram, gesto che avrebbe violato un regolamento interno e che potrebbe quantomeno costare a Cerci una multa. Difficile invece la pista che porta a Gabriele Mancini, 23enne attaccante di proprietà della Spal e reduce da un’ottima stagione passata nelle fila del Cittadella (15 le reti messe a segno tra stagione regolare e playoff). Ci sarebbe da battere però la forte concorrenza del Benevento, che ha messo sul piatto una cifra che supera abbondantemente i 3 milioni di euro, argomenti che difficilmente la società ferrarese riterrà poco interessanti per il suo gioiellino.