Battipaglia, in oltre seimila per dire basta all’inquinamento

Questa mattina Battipaglia è scesa in piazza per dire NO all’inquinamento. Il problema dei miasmi, degli incendi di impianti di smaltimento di rifiuti e del conseguente inquinamento ambientale, ha generato una situazione di allarme sul territorio Battipagliese, dovuta soprattutto all’aumento vertiginoso di tumori e malattie respiratorie. Tale situazione indusse il comitato “BATTIPAGLIA DICE NO” a manifestare nel 2017 contro l’idea di implementare l’ex Stir con un impianto di compostaggio, vicino a quello già esistente nella confinante città di Eboli.

A distanza di due anni la situazione è abbondantemente peggiorata. “BATTIPAGLIA DICE BASTA” è questo il nome della grande mobilitazione, promossa e capitanata dal Coordinamento dei comitati di protesta, tra cui, il già precedentemente citato “Battipaglia dice NO” e “CivicaMente”. Bisogna difendere il territorio per garantire un futuro alle nuove generazioni e proprio per tale ragione che i ragazzi delle scuole medie e superiori di Battipaglia, Eboli e Campagna hanno preso posto tra le file del corteo tenutosi questa mattina.

A Battipaglia da giugno 2017 a settembre 2019, cinque impianti che smaltiscono spazzatura sono stati colpiti da incendi, attualmente sono ancora ignoti i responsabili. Una situazione che di certo non può passare inosservato. Nella manifestazione di questa mattina oltre seimila tra ragazzi, uomini, donne e anziani hanno protestato contro l’impianto di compostaggio all’interno dello Stir, per dichiarare Battipaglia zona non idonea alla localizzazione di impianti di recupero e smaltimento di rifiuti ed ottenere una pianificazione territoriale del Comune di Battipaglia al fine di escludere la localizzazione di nuovi impianti di trattamento rifiuti.

Una questione che non ha lasciato indifferente il Presidente della Campania Vincenzo De Luca. Durante la firma del protocollo con i Comuni beneficiari dei Pics, il governatore ha dichiarato: “Ci siamo impegnati a bloccare ogni nuovo insediamento che riguardi il trattamento dei rifiuti. Faremo controlli rigorosi, com’è giusto che sia, per gli impianti già esistenti”.
Parole apprezzate dalla sindaca di Battipaglia Cecilia Francese la quale afferma: ”Apprezzo l’impegno del governatore che rassicura la mia battaglia e quella dei miei concittadini che combattono solo per avere una città vivibile”.