Bacia una minorenne sulle labbra, dipendente pubblico nei guai

Un uomo di 60 anni accusato di violenza su un minore per aver baciato la figlia dei suoi vicini di soli 13 anni. La vicenda risale alla scorsa estate a Polla. Pare che uomo abbia avvicinato la 13enne mentre giocava nel cortile di casa e con una scusa l’abbia convinta ad allontanarsi con lui per poi baciarla sulle labbra. La ragazzina, spaventata, è scappata via verso casa dove ha raccontato tutto ai genitori, i quali hanno deciso immediatamente di sporgere denuncia nei confronti dell’uomo presso la stazione dei carabinieri della città di Polla (che ha giurisdizione anche su diversi paesi limitrofi come San Rufo, Sant’Arsenio e San Pietro al Tanagro). Sono partite così le accuse di violenza sessuale su un minore. Pochi giorni fa è stato notificato l’avviso di conclusioni indagini e ora il 60enne avrà 20 giorni per le memorie difensive, per poi decidere come procedere. L’uomo ricopre la carica di dipendente pubblico, ed è molto noto all’interno della cittadina che per queste ragioni resta in silenzio, almeno fino a quando l’accusa di violenza sessuale su un minore non sarà ufficializzata.