Arriva “A Gaza le donne” al Teatro Ghirelli di Salerno

Verrà proiettato domani sera, 4 marzo, alle ore 19.00, presso il Teatro Ghirelli di Salerno il docu-film di Maria Rosaria Greco dal titolo “A Gaza le donne”. L’evento si svolgerà nell’ambito della rassegna “Femminile palestinese”. Il progetto è promosso e sostenuto dal Centro di Produzione Teatrale Casa del Contemporaneo, con il partenariato di Accademia di Belle Arti di Napoli, AIAP, Università degli studi di Napoli l’Orientale, Comune di Salerno, Università degli studi di Salerno, Comunità palestinese Campania, Nena News Agency.

Sei donne – Madleen, Amena, Mashael, Taghreed, Shadia e Miriam – sono le protagoniste del docu-film. Ognuna di esse ha un proprio vissuto ma tutte sono accomunate dalla quotidiana oppressione dell’assedio israeliano. Vivono a Gaza, senza futuro, senza diritti e senza libertà costrette a difendere costantemente figli, mariti e fratelli.

Secondo un rapporto dell’Onu del 2012 Gaza sarebbe diventata invivibile entro il 2020 e i documentario accompagna lo spettatore proprio all’interno di questo terribile scenario.

A Gaza vivono, attualmente, reclusi circa due milioni di abitanti in una striscia di terra di oltre 365 km quadrati. Il 56 % sono bambini, l’80% delle famiglie “vive” sotto la soglia di povertà, il 74% sono rifugiati. Dall’inizio dell’assedio israeliano, cioè dal 2007, c’è stato un crollo totale dell’economia, con un tasso di disoccupazione superiore al 54%.

Il documentario è prodotto da Casa del Contemporaneo e all’evento oltre all’autrice nonché curatrice della rassegna, Maria Rosaria Greco, ci saranno anche Antonio Bottiglieri, presidente Scabec, ed Angelo Stefanini, medico attualmente impegnato con il PCRF (Palestinian Children’s Relief Fund), già docente dell’Università di Bologna dove fonda il Centro Studi e Ricerche in Salute Internazionale e Interculturale (CSI), già responsabile dell’ufficio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per i Territori Palestinesi Occupati, dove ha anche lavorato nella Cooperazione italiana come responsabile del programma sanitario italiano.