Anteprima B. Capolista di scena all’Adriatico, Livorno-Pisa derby per eccellenza

Il nono turno di serie B apre i battenti questa sera con la sfida tra Ascoli ed Entella. I marchigiani sono reduci da una settimana movimentata, contrassegnata dalle dimissioni del presidente Tosti in disaccordo con il patron Pulcinelli su alcune scelte societarie. Sul fronte tecnico, l’infortunato Petrucci sarà sostituito dal veterano Troiano. L’Entella è chiamata a reagire dopo l’esaltante inizio stagionale (9 punti in 3 partite), a cui ha fatto seguito un periodo decisamente buio; mister Boscaglia si affida ai ricorsi storici e spera di bissare il successo conseguito al Del Duca quando sedeva sulla panchina del Novara.Dopo aver ritrovato la serenità grazie all’exploit in casa del Cittadella, il Cosenza ospita tra le mura amiche il rivitalizzato Chievo di MarcoliniBraglia ha svolto le sedute tecniche a porte chiuse e non intende concedere vantaggi agli avversari; recuperati Schiavi e Lazaar ma partiranno dalla panchina. Comincia a funzionare anche il mix veronese di giovani ed esperti, con il baby Esposito e la chioccia Meggiorini a dare la carica al gruppo in settimana senza smarrire la strada dell’umiltà.Tutta da gustare la sfida tra Cremonese e Frosinone, le due delusioni di questo inizio di stagione. Mister Baroni, che ha bagnato il suo esordio con un ottimo pari ad Empoli, deve rinunciare allo squalificato Arini e punta sulle motivazioni del grande ex Soddimo. Dopo aver domato a fatica il Livorno, Nesta spera di svoltare definitivamente con un colpo esterno, ma le condizioni fisiche di Maiello e Trotta lo costringono a gestire qualche problema di formazione.Due squadre in forma sono anche Crotone e Venezia, le quali si apprestano a dar vita ad un match denso di contenuti tecnici ed agonistici. Patron Vrenna suona la carica parlando di squadra qualitativa e compatta, Stroppa, invece, è preoccupato per le assenze di Gigliotti e Vido. Il Venezia, sospinto dalla versatilità offensiva di Capello, è intenzionata a dare continuità al suo cammino dopo l’importante successo ottenuto contro la Salernitana. Il match più atteso della giornata è il sentitissimo derby tra Livorno e Pisa, antica rivalità che attirerà il pubblico delle grandi occasioni. Roberto Breda deve assolutamente ottenere i tre punti se vuol conservare la panchina, la famiglia Spinelli non è disposta a concedere altro tempo, dopo le ultime tre sconfitte consecutive. Più serena la truppa nerazzurra, guidata dal pisano doc Birindelli e dall’entusiasmo del bomber Marconi, capocannoniere del campionato alla sua prima apparizione, da trentenne, in cadetteria. Atmosfera poco serena anche in casa del Pescara, dove Patron Sebastiani ed il tecnico Zauri hanno avuto da ridire in settimana sul reale obiettivo stagionale: salvezza per l’allenatore, traguardi più ambiziosi per il presidente, il quale aspetta a braccia aperte il ritorno in campo di Chochev. I sanniti, forti del meritato primato in classifica, cercano il colpo capace di imprimere la prima autentica svolta stagionale. Mancano ancora i gol di Coda, ma la proprietà giallorossa crede ciecamente nell’ex granata e insiste nelle trattative che approderanno al rinnovo contrattuale del bomber cavese.Derby veneto privo di particolari pressioni è quello che attende Pordenone e Cittadella. Tesser recupera Bindi e Bassoli, ma deve rinunciare a tre pezzi da novanta: Gavazzi, Chiaretti ed il giovane PobegaVenturato è intenzionato a riscattare l’inatteso passo falso casalingo con il Cosenza, però non potrà contare sull’apporto dello squalificato Perticone. Mister Italiano, dopo aver attraversato i marosi della contestazione ed esser stato vicino all’esonero, evitato grazie alla bella vittoria conquistata a Pescara, cercherà di puntellare la sua posizione battendo la rivitalizzata Juve Stabia. La squadra è con lui, che potrà contare anche sul rientro del forte centravanti bulgaro Galabinov. Non sarà facile domare le vespe gialloblu, reduci da due successi consecutivi e sospinte dalla vivacità di Canotto, dalla regia dell’ottimo Calò e dalla brama di gol dell’ex promessa Forte, intenzionata a recuperare il tempo smarrito nelle categorie inferiori.Punti pesanti si contenderanno Trapani ed Empoli, bisognose di muovere la classifica e fortificare i rispettivi progetti stagionali: salvezza tranquilla per i granata siciliani, promozione diretta per gli uomini di mister Bucchi. Emergenza tecnica e qualitativa per i padroni di casa, ma il neo direttore sportivo Nember ha smentito categoricamente il suo interesse per il mercato degli svincolati. Problemi di formazione anche in casa empolese, dove si registra il recupero di Maietta e Mancuso, mentre non saranno della partita gli infortunati Moreo e La Gumina e lo squalificato Bandinelli.

Nona giornata Serie B

Venerdì 25 ottobre 2019

Ore 21 Ascoli-Entella

Sabato 26 ottobre 2019

Ore 15 Pescara-Benevento Salernitana-Perugia Crotone-Venezia Cosenza-Chievo Spezia-Juve Stabia Pordenone-Cittadella Trapani-Empoli Ore 18 Livorno-Pisa

Domenica 27 ottobre 2019

Ore 21 Cremonese-Frosinone