Al via i lavori per collegare Trentinara a Roccadaspide: 1 milione di euro dalla Regione

Sono stati avviati i lavori sulla strada che collegherà i paesi di Trentinara e Roccadaspide. La Regione ha approvato il progetto presentato dai rispettivi sindaci Gabriele Iuliano e Rosario Carione, stanziando 1 milione di euro per consentire  la sistemazione di un tratto viario fondamentale che si sviluppa sul monte Vesole e garantisce la riduzione dei tempi di percorrenza tra i due centri.

Per questa opera è stato, infatti, ottenuto un finanziamento di 950 mila euro, mentre l’importo complessivo dei lavori è di 743 mila euro. Il progetto è finanziato con le risorse previste dal Fondo sviluppo e coesione 2014/2020. La messa in sicurezza dell’arteria stradale è fondamentale soprattutto per raggiungere facilmente il Presidio Ospedaliero di Roccadaspide.

I lavori sono frutto di una sinergia e di una collaborazione che va avanti da anni con il Comune di Roccadaspide – ha dichiarato il primo cittadino di Roccadaspide, Rosario Carione –Questa strada è in condizioni davvero disastrose e serviva intervenire urgentemente perché permette di accorciare di molto i tempi di arrivo ad un centro importante come Roccadaspide, sede di servizi socio-assistenziali importanti. Una strada che passa attraverso una montagna molto frequentata da turisti durante l’estate. Sarà un’arteria più sicura e soprattutto permetterà di ridurre i tempi di percorrenza verso il centro rocchese”.

Non si è fatta attendere anche la risposta del collega Gabriele Iuliano, sindaco di Trentinara, che ha voluto anche ringraziare la Regione per il sostegno:

“Quello della condizione viaria delle aree interne è da anni un tema delicato. Con una serie di interventi e con una grande attenzione e coordinamento con i sindaci, in particolare con il Comune di Trentinara che voglio ringraziare perché ha voluto cantierare come Comune capofila questa importantissima rete viaria che collega a Roccadaspide sede di un presidio ospedaliero, in una parte del Cilento interno di grande valore paesaggistico e turistico”.