16° Carnevale Nocerino, sfilate goliardiche e tradizioni culinarie

Carnevale Nocerino

Il Carnevale, si sa, racchiude un’antichissima tradizione di suoni, balli, canti, divertimento e, soprattutto, buon cibo. Nell’immaginario collettivo religioso, tale celebrazione precede la Quaresima, i quaranta giorni che ci separano dalla Pasqua Cristiana e, dunque, il Carnevale è sinonimo di abbondanza che precede un periodo di astinenza e rinunce, non solo culinarie.

Le celebrazioni carnascialesche per molti inizieranno proprio dalla buona tavola, con dolci tipici quali castagnacce e chiacchiere ma anche con l’insostituibile Migliaccio, una torta a base di zucchero, latte e semolino, un dolce tipicamente partenopeo ma molto diffusa anche in molti comuni dell’Agro Nocerino, quali Sarno e Scafati.

E mentre le nonne si accingono a preparare la classica e ricca Lasagna di Carnevale, con uova, polpette sbriciolate, pinoli, salumi, caratterizzata dunque da vari strati di peccati di gola, l’Agro Nocerino si accinge a celebrare al meglio La Festa delle Maschere.

Tipica Lasagna di Carnevale

16° Carnevale Nocerino, Carri Allegorici e gemellaggio con San Marzano. Gran finale a Sarno

Per il sedicesimo anno consecutivo l’Agro Nocerino Sarnese ha promosso una serie di iniziative dedicate non solo ai bambini, ma anche agli adulti. Un Carnevale dunque all’insegna dell’allegria, giunto quest’anno insieme alla calda e assolata primavera in anticipo. Il Sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, con il supporto del Vice Sindaco, dell’Assessore alle Politiche Giovanili e Culturali e grazie all’aiuto della Giunta Comunale di Nocera Superiore e San Marzano sul Sarno, ha dato vita ad un Carnevale ricco di eventi, sfilate e tante novità. Sono stati i carri di San Marzano, coordinati da Enrico Di Prisco, a sfilare per le strade nocerine a partire dalla seconda domenica di febbraio, ludico corteo in maschera che si concluderà martedì 25 febbraio, ultimo giorno di festeggiamenti.

Grande stupore e ammirazione, soprattutto da parte dei più piccoli, per i giganti di cartapesta che hanno riempito le vie principali dei comuni di Nocera Inferiore e Superiore, portando sulla loro scia musica, stelle filanti e coriandoli colorati. L’ultimo week-end di Carnevale è iniziato sabato pomeriggio, intorno alle ore 18.00 e proseguirà quasi ad oltranza fino a martedì mattina, 25 febbraio. Domenica 23 febbraio, a partire dalle ore 11.30, la sfilata dei Carri si è spostata da Nocera Superiore a Nocera Inferiore, attraversando le larghe vie periferiche mentre, in piazza Armando Diaz, dinanzi al Municipio, attività ludiche, clown e giocolieri hanno atteso i bambini mascherati per un aperitivo domenicale all’insegna del divertimento.

Il Comune di Sarno, dal canto suo, avrà l’onore di chiudere in pompa magna le celebrazioni carnascialesche dell’Agro con la classica sfilata a cura delle numerose contrade che si terrà martedì pomeriggio e andrà avanti fino a tarda sera, concludendosi poi con la premiazione del Carro di Carnevale più originale.