Salerno: sconto di pena per gli affiliati di Marigliano e Natella, accusati di spaccio

Sconto di pena in appello per lo spaccio a Fratte e nella zona orientale di Salerno effettuato da affiliati ai gruppi Marigliano e Natella. Il fatto sarebbe stato ritenuto infatti di lieve entità.
Tutto ebbe inizio nel novembre del 2016, quando gli imputati furono accusati di gestire uno spaccio di droga nella città di Salerno.
Oggi, a distanza di 3 anni, l’unico assolto è Salvatore Fraccella. Agli altri sono state applicate le seguenti pene: 4 anni, 2 mesi e 20 giorni di reclusione per Ciro Marigliano Junior, nipote del boss (in primo grado gli erano stati inflitti 6 anni e 8 mesi); 4 anni a Michele Marigliano e Simone Iacovazzi (partendo da 5 anni e 4 mesi in primo grado); 3 anni ad Alessandrina Capezzolo (da 6 anni e nove mesi in primo grado); 4 anni ad Armando Mastrogiovanni (da 10 anni in primo grado); 6 anni a Luigi Natella (da 16 anni in primo grado); 4 anni a Mauro Natella (da 7 anni in primo grado); 2 anni a Alfonso Frungillo (da 2 anni e 8 mesi in primo grado).