Maxi Concorso Regione, attesa per il bando: 10mila assunzioni a tempo indeterminato negli Enti pubblici

Tra il 6 e l’8 luglio sarà finalmente pubblicato dal Ministero della Funzione Pubblica il Bando,
più volte annunciato e altrettante rinviato, per 10mila posti di lavoro a tempo indeterminato in diversi enti locali della Regione Campania. Lo ha annunciato il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, intervenendo nel corso di un’intervista a Radio Crc. Lo slittamento di circa una settimana rispetto alla precedente data (28 giugno) è legata alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge, approvata una decina di giorni fa, che consente una deroga alla mobilità. “Abbiamo deciso di aspettare questi giorni per non essere poi obbligati a fare la mobilità, cioè chiedere in tutta Italia se c’è personale della pubblica amministrazione che vuole venire a lavorare qui perdendo così il 20-30% dei posti di lavoro per i giovani che non hanno lavoro. Tutti i posti saranno riservati ai campani che concorreranno per trovare il loro primo impiego duraturo”, afferma il Governatore.
È ancora in corso la discussione relativa alla durata della graduatoria finale: la Regione Campania la vorrebbe triennale, mentre le norme vigenti impongono tempi più stretti. L’obiettivo è far partire già in autunno le prove concorsuali ed immettere nel mondo del lavoro quanto prima i vincitori del concorso. Sul portale del Dipartimento della Funzione Pubblica, all’indirizzo www.concorsiuniciregionali.gov.it, è stata attivata un’apposita sezione dedicata alla ‘Campania’ con tutte le necessarie informazioni, ha fatto sapere la Regione Campania.

LE POSIZIONI MESSE A BANDO.

Le posizioni messe a bando rientrano nell’area amministrativa ed economico-finanziaria, area tecnico-culturale, area informatico-tecnologica,  area marketing, comunicazione ed informazione. Possono accedere al concorso tutti i cittadini italiani diplomati e laureati, a seconda dei diversi profili per i quali si concorre,  senza limiti d’età. I vincitori saranno selezionati a copertura dei posti già vacanti e di quelli che si libereranno a seguito dei pensionamenti previsti nel prossimo triennio. Gli enti che hanno aderito in totale sono 273:

263 Comuni
5 Comunità montane
2 Corti d’Appello
Provincia di Benevento
Consorzio Asi di Salerno
Agenzia regionale per il Turismo

A questo link è possibile visionare i profili ricercati, a questo le sedi dei diversi enti territoriali a cui serve nuovo personale e a questo il manuale operativo per la partecipazione al concorso.


PROVE CONCORSUALI E ASSUNZIONE

Il meccanismo del corso-concorso prevede una pre-selezione, che servirà ad effettuare una prima scrematura, diversa in base ai profili messi a concorso, con test critico-verbali, logico-matematici e di abilità visiva e cultura generale e successivamente due prove scritte selettive. La prima prova scritta consisterà in un test a risposta multipla sugli ambiti disciplinari specifici del profilo concorsuale, sull’accertamento delle conoscenze linguistiche ed informatiche. La seconda prova scritta sarà volta ad accertare il possesso di competenze tecnico-professionali attraverso la risoluzione di quesiti a risposta sintetica. I concorrenti ammessi parteciperanno ad un percorso didattico e di tirocinio diretto presso l’ente al quale dovrebbero essere assegnati. Al termine della formazione, che avrà la durata complessiva di 10 mesi, retribuiti con borse di studio di 1.000 euro al mese, erogate dalla Regione, si terrà una prova finale orale. La graduatoria dei vincitori e degli idonei (una per ogni profilo) sarà stilata sulla base dei risultati di tutte le prove e delle valutazioni dell’attività di formazione e di tirocinio.
Le selezioni saranno gestite da Formez con la partecipazione e il controllo della commissione interministeriale Ripam.

Strumento utile per esercitarsi alla prova pre-selettiva è il Simulatore quiz di Concorsando.it, che contiene la batteria “Regione Campania – Profili vari – 2019” e la relativa simulazione con la quale confrontarsi con gli altri candidati con tanto di graduatoria.

Tra gli strumenti didattici invece  ci sono diversi manuali di preparazione al Concorso Regione Campania 2019 editi dalla Edizioni Simone, Edizioni Maggioli, Edizioni Edises ed Edizioni NLD, tutti corredati di software di simulazione per esercitarsi sui quiz della banca dati RIPAM.
A finanziare il concorso per le 10mila assunzioni è il Fondo sociale europeo ed il Fondo per lo sviluppo e la coesione: 106 miliardi è il costo totale di questa grande operazione assunzionale tanto attesa, soffrendo la Regione Campania di una grave disoccupazione, che raggiunge livelli drammatici nel settore giovanile.