Laurito, Estate in mostra: cultura contadina, ferro battuto e antichi macina caffè

Nella valle del fiume Mingardo, alle pendici del monte Fulgenti, sorge Laurito, un piccolo borgo cilentano con un paesaggio naturalistico ricco di macchia mediterranea che domina tutta la valle chiusa dal Monte Bulgheria, alle spalle del quale si aprono i panoramici golfi di Policastro e di Palinuro.

Per iniziativa della Pro Loco Laurito, questa estate sarà possibile visitare interessanti mostre artistico culturali: nei mesi di Luglio e Agosto, ogni mercoledì e sabato, dalle ore 17 alle ore 20 sará aperta al pubblico un’ esposizione temporanea di utensili ed attrezzature della cultura contadina, presso il vecchio mulino, adiacente all’area attrezzataTonino Laporta”.

La mostra è stata realizzata con il contributo di tutti i cittadini di Laurito, i quali hanno concesso in prestito gli oggetti in loro possesso, appartenenti ai tempi antichi, utilizzati per lavorare i campi, per produrre vino, per cucinare. L’esposizione consente inoltre di valorizzare la location dove il 2 e il 3 Agosto si svolge la manifestazione “Le Notti dei Briganti”, con piatti della tradizione e musica popolare, e riscoprire la memoria del passato per cui è stato anche attivato un progetto osservatorio emozionale sullo spopolamento di Laurito, che prevede una serie di interviste ad anziani del posto e a tutti coloro che, con le proprie esperienze di vita, i propri ricordi e documenti, ci danno occasione di riflettere sulle cause dello spopolamento devastante che colpisce sempre più i piccoli paesi e il Sud in generale, al fine di cercare soluzioni concrete per contrastare questo fenomeno, mantenendo vivo il passato grazie alle loro testimonianze.

Altra interessante esposizione, nel mese di Agosto, è la mostra temporanea dell’ arte del ferro forgiato del maestro Raffaele Romanelli, in via Gummara, riscoprendo la bellezza del mestiere sempre più raro dell’artigiano che, con ispirazione, creatività e passione, realizza vere e proprie opere d’arte e pezzi unici raffiguranti antici oggetti quotidiani, piante e fiori, rose, girasoli, il giglio di mare, querce, la primula palinuri; l’ispirazione nasce spesso osservando il proprio giardino per un lavoro ricco di particolari. Infine, nei pressi nella suggestiva piazza di Laurito, sarà allestita una mostra dedicata alla storia, alla tecnologia, al design e alla cultura dei macina caffè, curata dall’imprenditore lauritano Leo Palladino, la cui azienda, Caffè Cilento, produce e distribuisce caffè in vari lidi e locali su tutto il territorio. Il museo espone antichi macina caffè ad ingranaggi con manovella e con volante utilizzati a Laurito; antichi macinelli della ditta Tre Spade, anche di tipo militare, tra cui un unico esemplare con relativa etichetta di autenticità, fabbricato in Italia dalla ditta e dato come campione per la valutazione all’esercito italiano; antichi macina caffè della ditta Kenrick Archibald & Sons, tra cui un originale ed elegante modello del 1800 completamente in fusione che dovrebbe riprodurre una fontana in York Minster; antichi modelli di Macina caffè a manovella e a ruota, prodotti dalla Peugeot. Leo, inoltre, è il promotore dell’iniziativa “Cilento pulito” , regalando un caffè gratis in cambio della consegna di una busta di rifiuti raccolti sulla spiaggia dei lidi convenzionati. Un caffè gratis in un bicchiere rigorosamente plastic free, fatto di cartoncino, con la palettina di legno.

Tra le altre iniziative previste, la Pro Loco Laurito è onorata di ospitare la presentazione del libroLa Guerra per il Mezzogiorno” di Carmine Pinto, Domenica 28 Luglio alle ore 18 presso il Palazzo Carelli. Il libro racconta della guerra di brigantaggio e della partecipazione del Mezzogiorno d’Italia al processo di unificazione. Un’ occasione che ci permette di cogliere le distanze dalla passata realtà di un Mezzogiorno in lotta per unificare l’intero Stato, il Nord e il Sud, in controtendenza alle tendenze odierne di divisione e regionalizzazione.