Inquinamento, il Comune di Salerno dispone divieto di circolazione

In una città assediata dalle auto, dove l’avvento della metropolitana ha soltanto parzialmente risolto il problema della viabilità, il Comune è costretto a correre ai ripari per attenersi alle norme vigenti e prevenire situazioni di emergenza evitando lo sforamento dei limiti di inquinamento. Soprattutto considerano la stagione estiva: le condizioni climatiche e l’alta pressione favoriscono il ristagno dell’aria e degli agenti inquinanti. Le centraline dell’Arpac installate a Via Vernieri, Via Carmine e a Fratte, hanno registrato nei primi sette mesi dell’anno un incremento consistente del Biossido D’Azoto, con una tendenza al superamento del valore medio annuale. Gli esiti del monitoraggio hanno indotto il Comune di Salerno ad adottare provvedimenti di limitazione al traffico veicolare su tutto il territorio comunale. L’ordinanza di divieto di circolazione per il superamento dei livelli di Biossido D’Azoto riguarderà autoveicoli e veicoli commerciali pre Euro, Euro 1 (già in vigore), Euro 2, Euro 3 ed Euro 4 e ciclomotori e motocicli pre Euro, Euro 1, Euro 2. Il divieto sarà in vigore dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 18.30 e la sua applicazione perdurerà fino al sensibile miglioramento della qualità dell’aria ed al rientro della tendenza allo sforamento dei limiti consentiti. Previste sanzioni amministrative per chi infrange il divieto. Nell’ordinanza si accenna anche all’evento di “Luci d’Artista”, che determina un aumento esponenziale del traffico veicolare in città facilitando il superamento dei limiti di Biossido D’Azoto. Per affrontare nel modo più sereno la manifestazione che, da questo punto di vista, può rappresentare un danno per la salute pubblica, Palazzo di Città intende puntare sulla prevenzione per non condizionare la viabilità in un periodo cruciale dell’anno