“IIS Galilei-Di Palo”, l’eccellenza scolastica che proietta gli studenti nel mondo del lavoro

Un’offerta formativa all’avanguardia, l’efficacia nel proiettare i neo diplomati nel mondo del lavoro, premi e riconoscimenti prestigiosi. E iscrizioni in aumento del 74,6% nell’ultimo biennio fino a registrare il record di 248 iscritti alle classi prime per l’anno scolastico 2019-2020. L’Istituto di Istruzione Superiore “Galilei – Di Palo” di Salerno negli ultimi anni è diventato un polo dell’eccellenza scolastica, un riferimento per la formazione nel settore della meccanica e dell’elettronica. Attualmente vive un periodo sfolgorante sotto il profilo della crescita. Che non emerge soltanto nei numeri ma nella qualità dell’offerta e nei risultati ottenuti sul versante occupazionale: anche quest’anno l’indagine Eduscopio della Fondazione Agnelli fotografa, tra tutti gli istituti tecnici tecnologici statali nel raggio di 20 km da Salerno, l’IIS “Galilei – Di Palo” al primo posto per indice di occupazione. Più del 39% degli studenti trova occupazione entro i primi due anni dal conseguimento dal diploma. Un risultato formidabile ottenuto in una realtà penalizzata dallo scarno sviluppo aziendale e industriale, dove scarseggia manodopera qualificata. L’istituto vanta cinque percorsi d’istruzione tecnico-tecnologica: meccanica, elettronica, informatica, geometra e il neonato sistema moda. Tra i principali artefici del successo riscosso dall’istituto, spicca Emiliano Barbuto, operoso e appassionato preside al timone da quattro anni. Il dirigente scolastico ha ripetutamente incoraggiato la formazione attraverso progetti ed esperienze di laboratorio, strumenti fondamentali per motivare e favorire l’apprendimento degli alunni. Accostando a solide basi teoriche, la pratica diretta sul campo. Con il ricorso alla figura del docente Tutor che ne segue l’attività e fa da supporto al lavoro del Consiglio di Classe. Le classi del triennio, inoltre, dispongono di un docente Tutor per l’Alternanza Scuola-Lavoro.

Alternanza Scuola-Lavoro

L’Alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica innovativa, che attraverso l’esperienza pratica aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini degli studenti, ad arricchirne la formazione e a orientarne il percorso di studio e, in futuro di lavoro, grazie a progetti in linea con il loro piano di studi. E anche in questo caso, il Galilei si è distinto attraverso la presentazione del progetto “La progettazione meccanica e la chirurgia si incontrano in un progetto biomeccanico”, realizzato dall’ingegnere meccanico battipagliese Emilio Cataldo in collaborazione con l’azienda TechnoDesign di Battipaglia e un gruppo professori e di ricercatori del dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Salerno, oltre al contributo di un neurochirurgo del reparto di Neurochirurgia spinale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno. Gli studenti, sfruttando nuove metodiche, difficilmente classificabili, hanno sperimentato un nuovo approccio alla chirurgia progettando, producendo e realizzando dispositivi che aiutano il chirurgo a intervenire in maniera molto precisa, minimizzando i rischi. La scuola ha poi partecipato al premio “Storie di alternanza”, promosso da Unioncamere e dalle Camere di commercio, al quale hanno partecipato 356 scuole (184 Istituti tecnici e professionali e 172 Licei), coinvolgendo complessivamente circa quasi 5.800 studenti, con l’obiettivo di valorizzare i racconti dei progetti d’alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dai ragazzi e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado. L’Istituto di Istruzione Superiore “Galilei-Di Palo” di Salerno, con il video “La progettazione meccanica e la chirurgia si incontrano in un progetto biomeccanico” si è classificato primo, sbaragliando la concorrenza di alcune scuole del Nord che vivono quotidianamente una realtà industriale molto più articolata di quella salernitana.Nel video gli studenti, guidati dal tutor scolastico Ing. Lucio  Ciampi e dal tutor aziendale Ing. Emilio Cataldo, descrivono il percorso di alternanza realizzato in collaborazione con TechnoDesign e con la start up innovativa H-Opera, grazie al quale sono venuti a conoscenza delle opportunità offerte da alcuni strumenti tecnologici, tra cui, ad esempio, le stampanti 3D, per la realizzazione di dispositivi complessi. Oltre al prestigioso riconoscimento, la scuola ha ricevuto come premio una somma pari a 1200 euro, pronta a essere reinvestita in nuovi progetti di alternanza Scuola-Lavoro, attraverso l’acquisto di nuova strumentazione.

Nuovi progetti

S’intitola “Laboratori ricreativi e di socializzazione”, il progetto di sartoria creativa/emotiva promosso dall’Istituto Galilei di Palo di Salerno. L’iniziativa, che s’inserisce nell’ambito di un più ampio quadro di azioni e interventi a sostegno della disabilità, è finalizzata alla creazione di spazi e luoghi di socializzazione ed integrazione sociale. Il progetto è rivolto a ragazzi diversamente abili dai 14 ai 18 anni iscritti all’Istituto.