Elsa Salerno, dal 30 giugno al 7 luglio summer school sui diritti umani

Ai nastri di partenza la quinta edizione della Summer Law School organizzata da ELSA Salerno (European Law Students’ Association) in collaborazione con la cattedra Jean Monnet for European Health, Environmental and Food Safety Law, diretti dalla Prof. Stefania Negri, Professore Associato di Diritto Internazionale presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Salerno, alla quale è stata affidata la direzione scientifica del corso. L’iniziativa, che anche quest’anno ruoterà intorno ad una tematica cruciale quale l’International and European Human Rights Law, si terrà dal 30 giugno al 7 luglio e si articolerà in una settimana di seminari, lezioni teoriche, workshop ed attività pratiche, durante la quale cinquanta studenti e giovani giuristi provenienti da tutta Europa e non solo, i quali, nel corso del loro soggiorno, non solo avranno la possibilità di seguire le lezioni in facoltà e confrontarsi sulle principali tematiche al centro dell’attuale dibattito sulla protezione e lo sviluppo dei diritti umani., ma potranno anche visitare i luoghi culturalmente più rappresentativi della nostra bellissima città.

Il programma didattico, della durata complessiva di circa 20 ore, avrà ad oggetto una pluralità di tematiche relative ai diritti umani attraverso l’analisi normativa, giurisprudenziale e dottrinale, coniugando l’esame degli aspetti teorici con quello dei casi pratici affrontati nel contesto delle corti e dei tribunali internazionali. Particolare attenzione verrà dedicata al tema dei Social Rights.

Ma la manifestazione non rappresenterà per i partecipanti soltanto un’occasione per allenare le proprie abilità giuridiche, ma anche un’opportunità per conoscersi e fare nuove amicizie, anche grazie alle numerose attività che andranno a far parte del Social Programme, che permetteranno ai nostri ospiti di scoprire e beneficiare al meglio dei tesori che la città di Salerno, sfondo dell’evento e sintesi affascinante del cuore del Mediterraneo, ha da offrire.

Il corso, destinato destinato a studenti, laureati, dottorandi, avvocati ed altri operatori giuridici interessati, intende offrire un approccio interdisciplinare con riguardo ai diversi problemi posti dai diritti umani e, nello specifico, si concentrerà su argomenti quali la protezione internazionale dei diritti umani; le clausole di limitazione nell’applicazione dei diritti umani; i diritti umani nell’ottica della salute pubblica, con particolare attenzione dedicata al diritto alla salute; la nuova generazione dei diritti umani e la loro protezione, con una speciale riflessione condotta sul biodiritto.

L’evento verrà inaugurato lunedì 1° luglio con una conferenza di apertura dal titolo ‘’Health and Human Rights: Synergies and Tensions’’, durante la quale verrà affrontato l’argomento del rapporto che intercorre tra la tutela della salute e quella dei diritti umani in generale, e come esso viene approcciato dai diversi soggetti che operano all’interno della comunità internazionale.