Cilento, slitta l’apertura delle scuole in alcuni comuni

Alcuni tra i maggiori centri del Cilento hanno disposto l’apertura delle scuole con qualche giorno di ritardo rispetto al calendario stabilito dalla Regione Campania che, in ogni caso, permetteva ai comuni il diritto di apportare variazioni al calendario stesso. L’ultima in ordine di tempo, l’ordinanza firmata dal primo cittadino di Vallo della Lucania, Antonio Aloia, artefice di una decisione assunta, si motiva, con la finalità di tutelare il benessere degli alunni considerate anche le alte temperature. Altri comuni, soprattutto sulla fascia costiera o a ridosso di essa, hanno posticipato l’inaugurazione dell’anno scolastico in virtù della possibilità di continuare ad alimentare il comparto turistico. Vallo, Agropoli, Sapri, Vibonati, Tortorella, Torraca. In tutti questi comuni la prima campanella dell’anno scatterà lunedì 16 settembre. E anche a Centola, il trasferimento del plesso scolastico in altra struttura garantirà agli studenti qualche giorno in più di vacanza.