Apollo Mediterraneo, dal 25 la mostra. Il 1 luglio premio a Laura Boldrini

Inaugura il 25 giugno la Mostra Concorso Apollo Mediterraneo presso il Museo Archeologico Provinciale di Salerno. Con il patrocinio di Comune e Provincia di Salerno, la mostra rientra nelle iniziative del Pride 2019 e conclude idealmente l’itinerario iniziato lo scorso 17 maggio, in occasione della giornata mondiale di lotta all’omobitransfobia: oltre cinquanta giorni di eventi ed incontro insieme al corteo del primo giugno che, sotto la pioggia battente ha visto sfilare duemila ragazze e ragazzi. Taglio del nastro e Vernissage alle ore 18,30 con aperitivo e musica live della sassofonista Giusi Di Giuseppe. La mostra cade nei giorni dell’anniversario dei Moti di Stonewall, l’inizio simbolico dei movimenti di liberazione delle persone omosessuali e transessuali. L’evento voluto da Arcigay Salerno con la curatela di Fedele Di Nunno, sarà l’occasione per decretare l’opera che rappresenterà il Premio Apollo Mediterraneo che il Comitato salernitano ha istituito in questa occasione quale riconoscimento da consegnare ad una personalità che si sia distinta per l’impegno sui temi dei diritti civili e dei diritti umani. A ricevere il riconoscimento l’Onorevole Laura Boldrini che sarà a Salerno presso il Museo Archeologico Provinciale di Via San Benedetto, lunedì primo luglio alle ore 18,00. Saranno presenti anche Michele Strianese, Presidente della Provincia di Salerno, Mariarita Giordano, Assessore alle Politiche Giovanili ed Innovazione del Comune di Salerno, Anna Petrone, Consigliera di Parità. Diciotto le artiste e gli artisti che, provenienti dal territorio salernitano, regionale e nazionale, hanno dato la propria adesione e parteciperanno alla mostra: Alessandra Cannavacciuolo, Andrea Troisi, Anna De Rosa, Cristian Palazzo, Francesco Bortone, Gerardo Greco, Gilda Sorrentino, Katarina Drienovskà, Lucillo Saorin, Marilena Garofalo, Massimo Raimondo, Monica Di Lieto, Orsola Supino, Santa Rossi, Sara Di Costanzo, Stefania Grieco, VanillaCriArte, Zhena Prano Art. Ad indicare l’opera che meglio avrà rappresentato i contenuti, gli obiettivi e lo spirito del Premio sarà una giuria composta dalle giornaliste salernitane Luciana Libero e Claudia Bonasi, dal regista ed attore Antonello De Rosa, dall’artista Lucio Afeltra insieme al curatore della mostra Fedele Di Nunno e dal Presidente di Arcigay Salerno, Francesco Napoli.
“Siamo orgogliosi che la Presidente Boldrini abbia accolto il nostro invito per ricevere il Premio Apollo Mediterraneo che quest’anno istituiamo in occasione dei Moti di Stonewall. Viviamo tempi difficili, densi di paure e di linguaggi di odio e violenza. Rispondiamo con la mobilitazione permanente, quotidiana, nelle vite di ciascuno. E rispondiamo con la bellezza delle opere che vedremo esposte a partire dal 25 giugno per le quali ringrazio davvero tutte le artiste e gli artisti che hanno accolto il nostro invito e che ci proporranno esperienze di riflessione e di bellezza credo davvero interessanti”, commenta il Presidente di Arcigay Salerno, Francesco Napoli.