Agricoltura contadina: Commissione Regionale e Cia Campania favorevoli ad una legge regionale

Via libera in Commissione Agricoltura della Regione Campania alla proposta di leggeDisposizioni per la lavorazione, la trasformazione e il confezionamento dei prodotti agricoli di esclusiva provenienza aziendale e per il sostegno e la promozione dell’agricoltura contadina”;

il provvedimento è stato avanzato dal Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura, On.le Erasmo Mortaruolo e dalla Consigliera regionale, On.le Maria Ricchiuti, e mira a superare l’attuale annoso regime di deroghe e normative su cui si basano le attività dei piccoli produttori agricoli al fine di snellire la normativa specifica e semplificare le attività.

“Quattro anni fa”, spiega Mortaruolo, “ho assunto la vicepresidenza della Commissione Agricoltura della Regione Campania; da allora ho lavorato ogni giorno per restituire al mondo agricolo e agroalimentare campano la centralità che meritano. Non abbiamo la bacchetta magica e non potevamo certo fare in pochissimo tempo ciò che non è stato fatto in tanti anni alle nostre spalle. Ma ci siamo messi a lavoro con tenacia per cambiare le cose, alcuni risultati sono già chiari, e andiamo avanti con entusiasmo e convinzione per sostenere, come nel caso di questa proposta di legge, le piccole produzioni in ambito locale, fissare requisiti e procedure semplificate coerenti con gli obiettivi di flessibilità dei regolamenti comunitari vincolanti per gli Stati nazionali; definire un regime autorizzatorio specifico per le piccole aziende contadine“. Con questa legge la Regione Campania vuole tutelare un’agricoltura che altrimenti rischia di scomparire sotto il peso della burocrazia. Ringrazio dunque in primis Maria Ricchiuti per aver sostenuto con me questa visione; il presidente della Commissione Agricoltura e la struttura tecnica della Commissione per il sostegno nella fase di discussione e di integrazione nonché tutti i componenti della Commissione per la sensibilità mostrata”.

Il testo sarà presto in Aula per l’approvazione definitiva da parte del Consiglio regionale.

Nel frattempo Alessandro Mastrocinque, Presidente Cia Campania, dichiara: “Massima disponibilità a sostenere una proposta di legge che intende fare sintesi tra le esigenze di tutela dei consumatori e dei piccoli produttori nell’ambito di un più generale sostegno della filiera corta. È semplicemente assurdo che per poter vendere al dettaglio delle confetture o dei salumi prodotti a livello artigianale occorrano le stesse autorizzazione di chi lo fa a livello industriale. Lo dicevamo in occasione della nostra assemblea regionale lo scorso febbraio e lo ribadiamo oggi all’indomani della proposta di legge regionale che, finalmente promette di farci fare un passo in avanti nella giusta direzione”.