“Sannio Express”, da Salerno treno storico sulle vie del gusto e del cicloturismo

Il 2019, l’anno del turismo slow. Così è stato definito dall’Unione Nazionale Comuni comunità enti montani, che al turismo lento si affida per valorizzare i territori italiani meno conosciuti a livello internazionale e rilanciarli in chiave sostenibile favorendo esperienze di viaggio innovative. E’ il proposito cui si lega “Sannio Express”, l’itinerario a bordo di un treno composto da locomotiva diesel d’epoca e carrozze degli anni ’30 “Centoporte”, promosso dalla Fondazione Fs nell’ambito dell’opera di recupero e trasformazione di circa 400 km di linee ferroviarie, ormai in disuso, in un suggestivo percorso alla scoperta dei territori. Con il sostegno della Regione Campania e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il “Sannio Express” partirà dalla stazione di Salerno alla volta di Benevento e dei borghi del Sannio. Domenica 19 maggio il “Treno del cicloturismo e del WWF” farà tappa nell’oasi di Campolattaro, dove per i viaggiatori si dispiegherà un ventaglio di possibilità decisamente ampio: escursioni nell’oasi, percorsi naturalistici, attività birdwatching, canoa, percorsi cicloturistici (attivo servizio bici a bordo) tra paesaggi incontaminati, pranzo presso gli agriturismi della zona. Poco prima, la fermata di Benevento con il suo immenso patrimonio artistico e culturale, e quella di Pietrelcina, ossia l’incrocio con la spiritualità, la visita nel luogo natio di San Pio. Il treno storico proseguirà la sua corsa nel cuore del Sannio: Fragneto Monforte, Pontelandolfo e Morcone tra prodotti tipici, degustazioni a bordo o nelle stazioni di fermata e vendita di prodotti tipici. Artigianato tipico, percorsi ed escursioni tra borghi e castelli. L’inconsueta prospettiva dei paesaggi godibili solo dalle carrozze. Si replica domenica 2 giugno con il “Treno dei sapori dell’Alto Sannio” che effettuerà fermate evento nei vari borghi fino al capolinea di S. Giuliano del Sannio, tutte all’insegna del gusto e delle eccellenze enogastronomiche. La possibilità di assaporare la generosità della tradizione nel pieno di “Sannio Falanghina”, la nomina a Capitale Europea del vino ricevuta dall’intera zona per il 2019.

Orari e fermate

Corsa di andata

  • Salerno 09.15 partenza – Mercato San Severino 09.45 – Avellino 10.20 – Benevento 11.20 – Pietrelcina 11.47 – Fragneto Monforte 12.16 – Campolattaro 12.32 – Pontelandolfo 12.39 – Morcone 12.55 – Santa Croce del Sannio 13.09 – Sepino 13.26 – San Giuliano del Sannio 13.32 arrivo

Corsa di ritorno

  • San Giuliano del Sannio 17.10 partenza – Sepino 17.17 – Santa Croce del Sannio 17.33 – Morcone 17.44 – Pontelandolfo 17.57 – Campolattaro 18.03 – Fragneto Monforte 18.14 – Pietrelcina 18.44 – Benevento 19.31 – Avellino 20.17 – Mercato San Severino 20.51 – Salerno 21.30 arrivo

Tariffe e biglietti

Da Salerno, Mercato S.S. e Avellino €18 adulto e €9 ragazzo. Da Benevento e località successive €12 adulto e €6 ragazzo. È prevista la possibilità di effettuare la sola corsa di andata o ritorno al 50% delle tariffe indicate; la tariffa ragazzo è destinata a viaggiatori 4-12 anni non compiuti; è prevista la gratuità per i bambini 0-4 anni non compiuti accompagnati da almeno un adulto pagante e senza garanzia di posto a sedere. I biglietti singoli sono in vendita su tutti i canali Trenitalia, biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate, sul sito www.trenitalia.com, e sull’app “Trenitalia” per dispositivi mobili. Sarà possibile acquistare i biglietti anche direttamente a bordo del treno, senza alcuna maggiorazione e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere.